La dottrina del Plèroma divino (da non intendere semplicemente come 'pienezza', ma come porzione conoscibile contenuta nel divino) di Valentino e della sua scuola obbedisce ad una concezione monista e panteista del divino in cui la graduazione degli eòni da una parte rende possibile la continuità fra il primo principio e la realtà, e dall’altra crea discontinuità circa l’origine del male, risolta in una caries ontologica dovuta ad un secondo principio non personale, ma egualmente attivo. La graduale tendenza da parte di alcuni continuatori di Valentino a marcare la trascendenza del primo Dio e ad accentuare l’ipostatizzazione degli eòni obbedisce all’accentuarsi della preoccupazione di salvaguardare l’innocenza divina in ordine al male, secondo una tipica percezione dualista, che inesorabilmente doveva allargare il divario rispetto alle posizioni dottrinali della grande Chiesa.

Chiapparini, G., La dottrina del Plèroma dello gnostico Valentino e della sua scuola: istanze moniste e dualiste, in Giuffré Scibona, C., Mastrocinque, A. (ed.), Ex pluribus unum. Studi in onore di Giulia Sfameni Gasparro, Quasar, Roma 2015: 315- 330 [http://hdl.handle.net/10807/72207]

La dottrina del Plèroma dello gnostico Valentino e della sua scuola: istanze moniste e dualiste

Chiapparini
2015

Abstract

La dottrina del Plèroma divino (da non intendere semplicemente come 'pienezza', ma come porzione conoscibile contenuta nel divino) di Valentino e della sua scuola obbedisce ad una concezione monista e panteista del divino in cui la graduazione degli eòni da una parte rende possibile la continuità fra il primo principio e la realtà, e dall’altra crea discontinuità circa l’origine del male, risolta in una caries ontologica dovuta ad un secondo principio non personale, ma egualmente attivo. La graduale tendenza da parte di alcuni continuatori di Valentino a marcare la trascendenza del primo Dio e ad accentuare l’ipostatizzazione degli eòni obbedisce all’accentuarsi della preoccupazione di salvaguardare l’innocenza divina in ordine al male, secondo una tipica percezione dualista, che inesorabilmente doveva allargare il divario rispetto alle posizioni dottrinali della grande Chiesa.
Italiano
Ex pluribus unum. Studi in onore di Giulia Sfameni Gasparro
978-88-7140-597-1
Chiapparini, G., La dottrina del Plèroma dello gnostico Valentino e della sua scuola: istanze moniste e dualiste, in Giuffré Scibona, C., Mastrocinque, A. (ed.), Ex pluribus unum. Studi in onore di Giulia Sfameni Gasparro, Quasar, Roma 2015: 315- 330 [http://hdl.handle.net/10807/72207]
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Chiapparini G - 2015 - La dottrina del Pleroma dello gnostico Valentino.pdf

non disponibili

Tipologia file ?: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: Non specificato
Dimensione 646.67 kB
Formato Unknown
646.67 kB Unknown   Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10807/72207
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact