Qual è il contesto complessivo in cui si inquadrano i problemi della Sanità pubblica? Quali sono questi problemi, e a quali situazioni ritrovabili in quel contesto, a quali dei connotati che lo definiscono è possibile collegarli? Come si può agire per risolverli? Quali azioni generali e più specificamente sanitarie o mediche è possibile mettere in campo? Quali professionisti possono essere impegnati in questo sforzo? Con quali strategie è opportuno che si agisca? Su quali risorse si può contare? Quali expertise coinvolgere? Quali specifici interventi mettere in campo? E come valutarsi? A queste domande, nel Manuale critico di sanità pubblica rispondono un gran numero di specialisti diversi – medici e non medici, sanitari e non sanitari, accademici e operatori del territorio, di diverse Regioni, età ed esperienze – fornendo lo stimolo e gli strumenti per applicare uno sguardo non preconcettualmente negativo, ma di certo profondamente analitico alla Sanità pubblica italiana; e operando un allargamento di visione, dalla illustrazione pura e semplice dei fenomeni, alla ricerca del loro senso. Il Manuale più che come una summa delle conoscenze si pone dunque come proposta di una loro contestualizzazione generale, e individuazione di nodi critici di riflessione da segnalare non solo agli operatori che li affrontano nella pratica professionale quotidiana, ma anche agli studenti che a quella pratica vanno preparandosi.

Calamo Specchia, F. P. (ed.), Manuale critico di Sanità pubblica, Maggiolli Editore, Santarcangelo di Romagna 2015: 900 [http://hdl.handle.net/10807/70787]

Manuale critico di Sanità pubblica

Calamo Specchia
2015

Abstract

Qual è il contesto complessivo in cui si inquadrano i problemi della Sanità pubblica? Quali sono questi problemi, e a quali situazioni ritrovabili in quel contesto, a quali dei connotati che lo definiscono è possibile collegarli? Come si può agire per risolverli? Quali azioni generali e più specificamente sanitarie o mediche è possibile mettere in campo? Quali professionisti possono essere impegnati in questo sforzo? Con quali strategie è opportuno che si agisca? Su quali risorse si può contare? Quali expertise coinvolgere? Quali specifici interventi mettere in campo? E come valutarsi? A queste domande, nel Manuale critico di sanità pubblica rispondono un gran numero di specialisti diversi – medici e non medici, sanitari e non sanitari, accademici e operatori del territorio, di diverse Regioni, età ed esperienze – fornendo lo stimolo e gli strumenti per applicare uno sguardo non preconcettualmente negativo, ma di certo profondamente analitico alla Sanità pubblica italiana; e operando un allargamento di visione, dalla illustrazione pura e semplice dei fenomeni, alla ricerca del loro senso. Il Manuale più che come una summa delle conoscenze si pone dunque come proposta di una loro contestualizzazione generale, e individuazione di nodi critici di riflessione da segnalare non solo agli operatori che li affrontano nella pratica professionale quotidiana, ma anche agli studenti che a quella pratica vanno preparandosi.
Italiano
978-88-916-1308-0
Calamo Specchia, F. P. (ed.), Manuale critico di Sanità pubblica, Maggiolli Editore, Santarcangelo di Romagna 2015: 900 [http://hdl.handle.net/10807/70787]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10807/70787
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact