La prospettiva dell'invecchiamento demografico della popolazione assume una influenza fondamentale quale fattore incidente sulle trasformazioni che anche il lavoro sta subendo. Quello dell'invecchiamento della popolazione è un fenomeno comune a tutte le società a economia avanzata. L'estendersi dell'aspettativa di vita, insieme al drastico calo dei tassi di natalità che ha fatto seguito al baby boom degli anni '50 e '60 del secolo scorso, costituiscono le ragioni per le quali si determinerà nei prossimi anni un ingente flusso di lavoratori che usciranno dal mercato del lavoro ritirandosi in pensione. Il tema del mantenersi attivi nella seconda metà di vita è un problema che oggi è giunto a rappresentare una delle principali questioni da affrontare affinché si possa garantire alla popolazione, anche nel prossimo futuro, benessere e prosperità. Sebbene tradizionalmente frequentato dalla letteratura sociologica, il concetto di attivazione, declinato in rapporto alla stagione della vecchiaia, necessita oggi di essere in parte riscritto. Se l'età anagrafica considerata da sola non è un fattore sufficiente a spiegare i processi di senescenza precoce delle forze di lavoro, essa costituisce l'epifenomeno di un più complessivo processo di invecchiamento che costringe a considerare l'attivazione delle coorti più mature della popolazione come un problema strategico. In questa prospettiva, la messa a punto di politiche capaci di incidere sugli assetti regolativi del mercato del lavoro incentrati su logiche ormai anacronistiche di sostituzione young in-old out, si dimostra come una delle sfide più impegnative. Questo volume matura nell'ambito di un'azione sperimentale rivolta ai temi dell'attivazione e dell'occupabilità dei lavoratori over 45, promossa dalla Provincia Autonoma di Trento e denominata Progetto AWARE - Ageing Workers Awareness to Recuperate Employability. In esso è raccolto il contributo di esperti, ricercatori e studiosi in diversa misura implicati nella definizione e nella realizzazione del Progetto, e che da anni e con riferimento a differenti contesti si sono dedicati alla questione dell'invecchiamento attivo e delle politiche per rispondervi efficacemente. In questo senso, il volume intende dunque accompagnare l'azione di disseminazione dei risultati conseguiti dal Progetto, mirando altresì a stimolare la riflessione e il dibattito intorno a problemi cruciali che riguardano gli assetti che la nostra società andrà assumendo nel prossimo futuro.

Marcaletti, F., Colasanto, M. (eds.), Lavoro e invecchiamento attivo. Una ricerca sulle politiche a favore degli over 45, Franco Angeli, Milano 2007: 224 [http://hdl.handle.net/10807/70277]

Lavoro e invecchiamento attivo. Una ricerca sulle politiche a favore degli over 45

Marcaletti, Francesco;Colasanto, Michele
2007

Abstract

La prospettiva dell'invecchiamento demografico della popolazione assume una influenza fondamentale quale fattore incidente sulle trasformazioni che anche il lavoro sta subendo. Quello dell'invecchiamento della popolazione è un fenomeno comune a tutte le società a economia avanzata. L'estendersi dell'aspettativa di vita, insieme al drastico calo dei tassi di natalità che ha fatto seguito al baby boom degli anni '50 e '60 del secolo scorso, costituiscono le ragioni per le quali si determinerà nei prossimi anni un ingente flusso di lavoratori che usciranno dal mercato del lavoro ritirandosi in pensione. Il tema del mantenersi attivi nella seconda metà di vita è un problema che oggi è giunto a rappresentare una delle principali questioni da affrontare affinché si possa garantire alla popolazione, anche nel prossimo futuro, benessere e prosperità. Sebbene tradizionalmente frequentato dalla letteratura sociologica, il concetto di attivazione, declinato in rapporto alla stagione della vecchiaia, necessita oggi di essere in parte riscritto. Se l'età anagrafica considerata da sola non è un fattore sufficiente a spiegare i processi di senescenza precoce delle forze di lavoro, essa costituisce l'epifenomeno di un più complessivo processo di invecchiamento che costringe a considerare l'attivazione delle coorti più mature della popolazione come un problema strategico. In questa prospettiva, la messa a punto di politiche capaci di incidere sugli assetti regolativi del mercato del lavoro incentrati su logiche ormai anacronistiche di sostituzione young in-old out, si dimostra come una delle sfide più impegnative. Questo volume matura nell'ambito di un'azione sperimentale rivolta ai temi dell'attivazione e dell'occupabilità dei lavoratori over 45, promossa dalla Provincia Autonoma di Trento e denominata Progetto AWARE - Ageing Workers Awareness to Recuperate Employability. In esso è raccolto il contributo di esperti, ricercatori e studiosi in diversa misura implicati nella definizione e nella realizzazione del Progetto, e che da anni e con riferimento a differenti contesti si sono dedicati alla questione dell'invecchiamento attivo e delle politiche per rispondervi efficacemente. In questo senso, il volume intende dunque accompagnare l'azione di disseminazione dei risultati conseguiti dal Progetto, mirando altresì a stimolare la riflessione e il dibattito intorno a problemi cruciali che riguardano gli assetti che la nostra società andrà assumendo nel prossimo futuro.
Italiano
9788846487193
Franco Angeli
http://www.francoangeli.it/Ricerca/Scheda_libro.aspx?CodiceLibro=1530.72
Marcaletti, F., Colasanto, M. (eds.), Lavoro e invecchiamento attivo. Una ricerca sulle politiche a favore degli over 45, Franco Angeli, Milano 2007: 224 [http://hdl.handle.net/10807/70277]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10807/70277
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact