Continuity, i.e. lack of interruption, is the distinctive feature of wisdom -- one cannot be wise today and fool tomorrow. "Life as a whole", a topic dealt with by contemporary philosophers as MacIntyre and Julia Annas, is a fundamental topic of Epicurean philosophy and of its consideration of the physical images of wise men. The article deals with the developments of this issue both in Greek and in Roman traditions, and particularly with the problem of philosophical conversion in relation with philosophical models and images. Both Cicero and Lucretius, besides Greek texts, are essential witnesses of this chapter of history of ideas.

La continuità, ossia la mancanza di interruzione, è la caratteristica forse fondamentale della saggezza -- non è possibile essere saggi oggi e stupidi domani. La vita come totalità, un argomento del quale si sono occupati filosofi contemporanei come McIntyre e Julia Annas, costituisce un argomento fondamentale della filosofia epicurea e della sua considerazione dell'immagine fisica del saggio. Questo articolo si occupa dello sviluppo di questa questione sia nella tradizione greca sia in quella romana, e particolarmente del problema della conversione filosofica in rapporto ai modelli filosofici e delle loro immagini fisiche. Cicerone e Lucrezio, oltre, naturalmente, ai testi greci, sono testimoni essenziali di questo capitolo della storia delle idee.

Milanese, G. F., L'immagine di Epicuro, la totalità della vita, la cultura romana, in Beretta, M., Citti, F., Iannucci, A. (ed.), Il culto di Epicuro. Testi, iconografia e paesaggio, Olschki, Firenze 2014: <<Centro Studi "La permanenza del classico" Ricerche 31>>, 111- 138 [http://hdl.handle.net/10807/69692]

L'immagine di Epicuro, la totalità della vita, la cultura romana

Milanese, Guido Fabrizio
2014

Abstract

La continuità, ossia la mancanza di interruzione, è la caratteristica forse fondamentale della saggezza -- non è possibile essere saggi oggi e stupidi domani. La vita come totalità, un argomento del quale si sono occupati filosofi contemporanei come McIntyre e Julia Annas, costituisce un argomento fondamentale della filosofia epicurea e della sua considerazione dell'immagine fisica del saggio. Questo articolo si occupa dello sviluppo di questa questione sia nella tradizione greca sia in quella romana, e particolarmente del problema della conversione filosofica in rapporto ai modelli filosofici e delle loro immagini fisiche. Cicerone e Lucrezio, oltre, naturalmente, ai testi greci, sono testimoni essenziali di questo capitolo della storia delle idee.
Italiano
Il culto di Epicuro. Testi, iconografia e paesaggio
978-88-222-6392-6
Milanese, G. F., L'immagine di Epicuro, la totalità della vita, la cultura romana, in Beretta, M., Citti, F., Iannucci, A. (ed.), Il culto di Epicuro. Testi, iconografia e paesaggio, Olschki, Firenze 2014: <<Centro Studi "La permanenza del classico" Ricerche 31>>, 111- 138 [http://hdl.handle.net/10807/69692]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10807/69692
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact