I confini dell’allegoria. L’esegesi spirituale delle Scritture: l’«interpretazione infinita» e i suoi limiti dalle origini all’Età moderna