Smart city, espressione che costituisce un tema centrale della Summer School 2014 di Alta Scuola per l’Ambiente, identifica anzitutto la società civile, con il suo bisogno di relazioni buone e pratiche virtuose2. Per costruire smart cities, territori e città intelligenti e solidali, è essenziale considerare in modo integrato economia e welfare, governance e partecipazione, energia e mobilità, ambiente e formazione. Si tratta di convenire su una cultura della vita e dei beni comuni, coniugando innovazione tecnologica e inclusione sociale, sistema urbano e formazione del capitale umano. La sostenibilità del territorio, altro tema centrale della summer school, è essenziale per generare il futuro delle città per il quale è irrinunciabile riconoscere un valore all’educazione, alla sua presenza nello spazio pubblico, in rapporto con politica e istituzioni, strutture finanziarie e digitali. Tra contrapposti interessi e contese laceranti, la vita in comune può essere feconda in virtù delle risorse naturali e del lavoro umano su cui ogni città è fondata e ha le sue radici, dalle quali trae prosperità.

Malavasi, P., Summer School. Vivaio formativo, tra branding territorialee promozione della persona, in Beretta, I. (ed.), L’umanesimo della smart cityInclusione, innovazione, formazione, Pensa MultiMedia, Lecce 2014: <<PEDAGOGIA SVILUPPO UMANO AMBIENTE>>, 77- 87 [http://hdl.handle.net/10807/66372]

Summer School. Vivaio formativo, tra branding territoriale e promozione della persona

Malavasi, Pierluigi
2014

Abstract

Smart city, espressione che costituisce un tema centrale della Summer School 2014 di Alta Scuola per l’Ambiente, identifica anzitutto la società civile, con il suo bisogno di relazioni buone e pratiche virtuose2. Per costruire smart cities, territori e città intelligenti e solidali, è essenziale considerare in modo integrato economia e welfare, governance e partecipazione, energia e mobilità, ambiente e formazione. Si tratta di convenire su una cultura della vita e dei beni comuni, coniugando innovazione tecnologica e inclusione sociale, sistema urbano e formazione del capitale umano. La sostenibilità del territorio, altro tema centrale della summer school, è essenziale per generare il futuro delle città per il quale è irrinunciabile riconoscere un valore all’educazione, alla sua presenza nello spazio pubblico, in rapporto con politica e istituzioni, strutture finanziarie e digitali. Tra contrapposti interessi e contese laceranti, la vita in comune può essere feconda in virtù delle risorse naturali e del lavoro umano su cui ogni città è fondata e ha le sue radici, dalle quali trae prosperità.
Italiano
L’umanesimo della smart city Inclusione, innovazione, formazione
978-88-6760-271-1
Pensa MultiMedia
Malavasi, P., Summer School. Vivaio formativo, tra branding territorialee promozione della persona, in Beretta, I. (ed.), L’umanesimo della smart cityInclusione, innovazione, formazione, Pensa MultiMedia, Lecce 2014: <<PEDAGOGIA SVILUPPO UMANO AMBIENTE>>, 77- 87 [http://hdl.handle.net/10807/66372]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10807/66372
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact