Intorno al «Dante» di Mario Apollonio