The recent debate on creative industries (word who has substituted/is substituting the more traditional notion of “cultural industry” into media, economic, cultural and aesthetics debate) denounces the resilience of gender “differences” (understood both as specificities as inequalities) into generating processes. This is, on the one hand, the effect of a men and women’ unequal presence within media system (see the recent report of European Community on the presence and roles of men and women in the media industry - http://eige.europa.eu/content/document/advancing-gender-equality-in-decision-making-in-media-organisations-report); on the other hand, it is the result of the persistence of sexual segregation’s forms, also in digital context. In positive terms, however, genderization is a multiplying of creativity and it produces a variety of practices and processes. This special issue aims to explore the many features that gendered creativity assumes: its genesis, its expressions, its effects, both negative and positive.

Il recente dibattito sulle industrie creative (termine che ha sostituito/sta sostituendo la nozione di industria culturale nella riflessione economica, culturologica e estetica sui media) ha evidenziano il permanere di differenze di genere nell'accesso alle pratiche creative. Si tratta per un verso del portato di una presenza ancora disomogenea di uomini e donne all'interno del sistema mediale (si veda la recentissima relazione della comunità europea sulla presenza e sui ruoli degli uomini e delle donne nei media - http://eige.europa.eu/content/document/advancing-gender-equality-in-decision-making-in-media-organisations-report); per un altro verso dell'emergere di forme di segregazione su base sessuale anche all'interno della rete e degli ambienti digitali. In termini positivi, inoltre, continua a emergere una differente modalità nella gestione dei processi creativi da parte di uomini e di donne. Il numero monografico intende dunque esplorare le forme che la creatività maschile e femminile stanno assumendo, con un duplice intento: contribuire ad illuminare la genesi dell’industria creativa, intesa come combinazione fra processi produttivi (istituzioni, soggetti, pratiche, competenze) istituzionali e processi produttivi (soggetti, modalità, forme, stili) bottom up; e, in seconda istanza, cogliere le eventuali criticità che tale sistema sta rivelando.

Cati, A., Fanchi, M., Maule, R. (eds.), (EN)GENDERED CREATIVITY. Actors Agencies Artifacts, Vita e Pensiero, Milano 2014: 135 [http://hdl.handle.net/10807/63750]

(EN)GENDERED CREATIVITY. Actors Agencies Artifacts

Cati, Alice;Fanchi, Mariagrazia;
2014

Abstract

Il recente dibattito sulle industrie creative (termine che ha sostituito/sta sostituendo la nozione di industria culturale nella riflessione economica, culturologica e estetica sui media) ha evidenziano il permanere di differenze di genere nell'accesso alle pratiche creative. Si tratta per un verso del portato di una presenza ancora disomogenea di uomini e donne all'interno del sistema mediale (si veda la recentissima relazione della comunità europea sulla presenza e sui ruoli degli uomini e delle donne nei media - http://eige.europa.eu/content/document/advancing-gender-equality-in-decision-making-in-media-organisations-report); per un altro verso dell'emergere di forme di segregazione su base sessuale anche all'interno della rete e degli ambienti digitali. In termini positivi, inoltre, continua a emergere una differente modalità nella gestione dei processi creativi da parte di uomini e di donne. Il numero monografico intende dunque esplorare le forme che la creatività maschile e femminile stanno assumendo, con un duplice intento: contribuire ad illuminare la genesi dell’industria creativa, intesa come combinazione fra processi produttivi (istituzioni, soggetti, pratiche, competenze) istituzionali e processi produttivi (soggetti, modalità, forme, stili) bottom up; e, in seconda istanza, cogliere le eventuali criticità che tale sistema sta rivelando.
2014
Inglese
03928667
Cati, A., Fanchi, M., Maule, R. (eds.), (EN)GENDERED CREATIVITY. Actors Agencies Artifacts, Vita e Pensiero, Milano 2014: 135 [http://hdl.handle.net/10807/63750]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10807/63750
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact