Educazione e formazione si pongono come forme costruttive del nostro complesso essere viator sulla terra e sono altresì generative del mutamento necessario per recuperare il senso autentico del nostro essere creature. L’ambiente si configura per il pedagogista tedesco quale cordone ombelicale e sorgente della formazione umana. A partire dalla consapevolezza che nel mondo «tutto vive, l’uno nell’altro, l’uno con l’altro, l’uno per l’altro», riflettere sulle condizioni per un vivere sostenibile permette di affrontare con criticità, impegno e speranza le sfide future che la Terra, giardino dell’umanità, ci pone. La relazione umana con l’ambiente, con il mondo, si struttura anche attraverso il rapporto con il cibo di cui ci si nutre. L’alimentazione quale metafora del rapporto con noi stessi, con l’altro, con la vita può essere indagata da prospettive e ambiti disciplinari diversi, a dimostrazione della sua complessità. Il cibo quale preziosa risorsa e valore dell’educazione per la crescita della persona e chiave di accesso all’alterità si può porre come mediatore di relazione, virtuoso intreccio di tradizioni e culture. Il mangiare umano nella sua peculiarità richiede un’adeguata chiarificazione affinché ne sia indagata la profonda valenza educativa, ponendo l’accento sulla relazione vitale che lega uomo e cibo.

Birbes, C., Green and food education. Educare alla sostenibilitàtra ambiente e cibo, in Botturi, F., Zoboli, R. (ed.), ATTRAVERSOIL CONVIVIOCIBO E ALIMENTAZIONETRA BISOGNI E CULTURE, Vita e Pensiero, Milano 2014: 137- 145 [http://hdl.handle.net/10807/59915]

Green and food education. Educare alla sostenibilità tra ambiente e cibo

Birbes
2014

Abstract

Educazione e formazione si pongono come forme costruttive del nostro complesso essere viator sulla terra e sono altresì generative del mutamento necessario per recuperare il senso autentico del nostro essere creature. L’ambiente si configura per il pedagogista tedesco quale cordone ombelicale e sorgente della formazione umana. A partire dalla consapevolezza che nel mondo «tutto vive, l’uno nell’altro, l’uno con l’altro, l’uno per l’altro», riflettere sulle condizioni per un vivere sostenibile permette di affrontare con criticità, impegno e speranza le sfide future che la Terra, giardino dell’umanità, ci pone. La relazione umana con l’ambiente, con il mondo, si struttura anche attraverso il rapporto con il cibo di cui ci si nutre. L’alimentazione quale metafora del rapporto con noi stessi, con l’altro, con la vita può essere indagata da prospettive e ambiti disciplinari diversi, a dimostrazione della sua complessità. Il cibo quale preziosa risorsa e valore dell’educazione per la crescita della persona e chiave di accesso all’alterità si può porre come mediatore di relazione, virtuoso intreccio di tradizioni e culture. Il mangiare umano nella sua peculiarità richiede un’adeguata chiarificazione affinché ne sia indagata la profonda valenza educativa, ponendo l’accento sulla relazione vitale che lega uomo e cibo.
Italiano
ATTRAVERSO IL CONVIVIO CIBO E ALIMENTAZIONE TRA BISOGNI E CULTURE
978-88-343-2821-7
Birbes, C., Green and food education. Educare alla sostenibilitàtra ambiente e cibo, in Botturi, F., Zoboli, R. (ed.), ATTRAVERSOIL CONVIVIOCIBO E ALIMENTAZIONETRA BISOGNI E CULTURE, Vita e Pensiero, Milano 2014: 137- 145 [http://hdl.handle.net/10807/59915]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10807/59915
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact