Il cinema può costituire uno strumento educativamente efficace per affrontare vissuti emotivi complessi, qual è quello della delusione. A partire da alcune scene filmiche significative, è possibile comprendere, dare un nome e persino trasformare l'esperienza della delusione in volontà di riprogettazione esistenziale.

Arioli, A., Delusione, in Iori, V. (ed.), Guardiamoci in un film. Scene di famiglia per educare alla vita emotiva, Franco Angeli, Milano 2011: <<Vita emotiva e formazione>>, 33- 49 [http://hdl.handle.net/10807/56434]

Delusione

Arioli, Antonella
2011

Abstract

Il cinema può costituire uno strumento educativamente efficace per affrontare vissuti emotivi complessi, qual è quello della delusione. A partire da alcune scene filmiche significative, è possibile comprendere, dare un nome e persino trasformare l'esperienza della delusione in volontà di riprogettazione esistenziale.
Italiano
Guardiamoci in un film. Scene di famiglia per educare alla vita emotiva
978-88-568-3863-3
Arioli, A., Delusione, in Iori, V. (ed.), Guardiamoci in un film. Scene di famiglia per educare alla vita emotiva, Franco Angeli, Milano 2011: <<Vita emotiva e formazione>>, 33- 49 [http://hdl.handle.net/10807/56434]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10807/56434
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact