Dall’estate del 2007 il sistema finanziario internazionale si trova ad affrontare una crisi la cui durata ed intensità la rendono tra le più complicate e di difficile soluzione tra quelle mai affrontate nel tempo più recente. Senza voler qui ripercorrere le cause che l’hanno generata e resa ulteriormente pervasiva nel corso del tempo, è parso opportuno focalizzare l’attenzione sugli impatti della crisi nei sistemi bancari; per indagare tali impatti, il lavoro si concentra sulle modalità di conduzione della politica monetaria ad opera della Banca Centrale Europea e della Federal Reserve americana. Nello specifico l’attenzione viene rivolta alle tipologie di operazioni di politica monetaria che le due maggiori Banche centrali al mondo hanno posto in essere per raggiungere gli obiettivi che le sono assegnati, analizzandone l’evoluzione nel tempo attraverso la ricostruzione dei loro profili quantitativi e del peso assunto nelle scelte operate dalle autorità. Pertanto, dopo una propedeutica descrizione del ruolo e delle caratteristiche tecniche delle principali operazioni di politica monetaria, il lavoro descrive in modo dettagliato l’utilizzo e lo sviluppo nel tempo delle varie operazioni poste in essere: ciò avviene con riguardo all’operatività della Banca Centrale Europea e della Federal Reserve, e anche prendendo in considerazione il contributo italiano. Al fine di cogliere appieno quale sia stato il sostegno delle Banche centrali nel corso della crisi e le modalità operative di volta in volta adottate per meglio affrontare le difficoltà, l’indagine copre un arco temporale di un decennio (dal gennaio 2003 al maggio 2013) all’interno del quale si possono individuare due fasi di durata pressoché analoga: una fase di operatività “ordinaria” delle Banche centrali che va dal gennaio 2003 al luglio 2007, e una fase di operatività “straordinaria” che va dall’agosto 2007 al maggio 2013 in cui sono stati adottati interventi mai utilizzati in passato, ancorché previsti tra le prerogative delle Banche centrali.

Banfi, A., Di Pasquali, F., Le banche centrali negli anni della crisi. L'operatività della Banca Centrale Europea, della Banca d'Italia e della Federal Reserve, ISEDI, Torino 2014: 138 [http://hdl.handle.net/10807/52406]

Le banche centrali negli anni della crisi. L'operatività della Banca Centrale Europea, della Banca d'Italia e della Federal Reserve

Banfi, Alberto;Di Pasquali, Fiorenzo
2014

Abstract

Dall’estate del 2007 il sistema finanziario internazionale si trova ad affrontare una crisi la cui durata ed intensità la rendono tra le più complicate e di difficile soluzione tra quelle mai affrontate nel tempo più recente. Senza voler qui ripercorrere le cause che l’hanno generata e resa ulteriormente pervasiva nel corso del tempo, è parso opportuno focalizzare l’attenzione sugli impatti della crisi nei sistemi bancari; per indagare tali impatti, il lavoro si concentra sulle modalità di conduzione della politica monetaria ad opera della Banca Centrale Europea e della Federal Reserve americana. Nello specifico l’attenzione viene rivolta alle tipologie di operazioni di politica monetaria che le due maggiori Banche centrali al mondo hanno posto in essere per raggiungere gli obiettivi che le sono assegnati, analizzandone l’evoluzione nel tempo attraverso la ricostruzione dei loro profili quantitativi e del peso assunto nelle scelte operate dalle autorità. Pertanto, dopo una propedeutica descrizione del ruolo e delle caratteristiche tecniche delle principali operazioni di politica monetaria, il lavoro descrive in modo dettagliato l’utilizzo e lo sviluppo nel tempo delle varie operazioni poste in essere: ciò avviene con riguardo all’operatività della Banca Centrale Europea e della Federal Reserve, e anche prendendo in considerazione il contributo italiano. Al fine di cogliere appieno quale sia stato il sostegno delle Banche centrali nel corso della crisi e le modalità operative di volta in volta adottate per meglio affrontare le difficoltà, l’indagine copre un arco temporale di un decennio (dal gennaio 2003 al maggio 2013) all’interno del quale si possono individuare due fasi di durata pressoché analoga: una fase di operatività “ordinaria” delle Banche centrali che va dal gennaio 2003 al luglio 2007, e una fase di operatività “straordinaria” che va dall’agosto 2007 al maggio 2013 in cui sono stati adottati interventi mai utilizzati in passato, ancorché previsti tra le prerogative delle Banche centrali.
Italiano
Monografia o trattato scientifico
Banfi, A., Di Pasquali, F., Le banche centrali negli anni della crisi. L'operatività della Banca Centrale Europea, della Banca d'Italia e della Federal Reserve, ISEDI, Torino 2014: 138 [http://hdl.handle.net/10807/52406]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10807/52406
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact