This essay illustrates the contribution offered by geographers of the Catholic University (Milan) in the spread of a "culture of the territory" in Italy in the period between the first half of the Twentieth century. The essay focuses the contribution of these geographers to the national construction and modernization process of the country.

Il contributo illustra l’apporto offerto dai geografi dell’Università Cattolica nella diffusione nel nostro Paese di una “cultura del territorio” nel periodo compreso tra gli anni Venti e Cinquanta del Novecento, e di come ciò abbia contribuito alla costruzione nazionale e alla modernizzazione del Paese. Per questa indagine ci si è avvalsi dei fondi documentari conservati nell’Archivio storico dell’Università Cattolica e le figure analizzate sono quelle di Pietro Bellemo, Giuseppe Nangeroni, Ernesto Massi, Roberto Pracchi e Cesare Saibene. Gli ambiti disciplinari presi in considerazione per poter esaminare l’operato dei suddetti geografi sono stati la ricerca scientifica, la didattica curricolare e la formazione extracurricolare delle risorse sociali e professionali.

Molinari, P., Cultura del territorio e modernizzazione del paese: l’apporto dei geografi dell’Università Cattolica (1921-1960), in Bocci, M. (ed.), 'Non lamento, ma azione'. I cattolici e lo sviluppo italiano nei 150 anni di storia unitaria, Vita e Pensiero, Milano 2013: <<Università - Storia - Ricerche>>, 137- 155 [http://hdl.handle.net/10807/49298]

Cultura del territorio e modernizzazione del paese: l’apporto dei geografi dell’Università Cattolica (1921-1960)

Molinari, Paolo
2013

Abstract

Il contributo illustra l’apporto offerto dai geografi dell’Università Cattolica nella diffusione nel nostro Paese di una “cultura del territorio” nel periodo compreso tra gli anni Venti e Cinquanta del Novecento, e di come ciò abbia contribuito alla costruzione nazionale e alla modernizzazione del Paese. Per questa indagine ci si è avvalsi dei fondi documentari conservati nell’Archivio storico dell’Università Cattolica e le figure analizzate sono quelle di Pietro Bellemo, Giuseppe Nangeroni, Ernesto Massi, Roberto Pracchi e Cesare Saibene. Gli ambiti disciplinari presi in considerazione per poter esaminare l’operato dei suddetti geografi sono stati la ricerca scientifica, la didattica curricolare e la formazione extracurricolare delle risorse sociali e professionali.
Italiano
'Non lamento, ma azione'. I cattolici e lo sviluppo italiano nei 150 anni di storia unitaria
9788834326411
Molinari, P., Cultura del territorio e modernizzazione del paese: l’apporto dei geografi dell’Università Cattolica (1921-1960), in Bocci, M. (ed.), 'Non lamento, ma azione'. I cattolici e lo sviluppo italiano nei 150 anni di storia unitaria, Vita e Pensiero, Milano 2013: <<Università - Storia - Ricerche>>, 137- 155 [http://hdl.handle.net/10807/49298]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10807/49298
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact