Il tardomoderno è pur sempre una forma di modernità e come tale non va confuso con il postmoderno, che dalla modernità tiene invece a differenziarsi perché la ritiene ormai conclusa e concepisce se medesimo come ad essa successivo. Il merito principale dell'atteggiamento tardomoderno consiste nella sua capacità di tenere opportunamente distinti, valutandoli diversamente, due elementi (il primo è l'ideale sistematicistico del filosofare; il secondo è il progetto illuministico della modernità fondato sull'ammissione del valore della ragione in vista di un ideale di emancipazione umana)che invece il moderno e il postmoderno concordano nell'identificare, divergendo solamente nel giudizio di valore che pronunciano indiscriminatamente su entrambi. Il tardomoderno prende congedo dal primo elemento ma si guarda bene dal rifiutare anche il secondo, diversamente dal postmoderno che, invece, con il suo doppio rifiuto scade in una posizione irrazionalistica.

Sacchi, D. M., Prefazione. Intorno alla nozione di tardomoderno, in Sacchi, D. M., Pozzoni, I. (ed.), Lineamenti tardomoderni di storia della filosofia contemporanea, If Press, Morolo 2013: 5- 10 [http://hdl.handle.net/10807/42566]

Prefazione. Intorno alla nozione di tardomoderno

Sacchi, Dario Marco
2013

Abstract

Il tardomoderno è pur sempre una forma di modernità e come tale non va confuso con il postmoderno, che dalla modernità tiene invece a differenziarsi perché la ritiene ormai conclusa e concepisce se medesimo come ad essa successivo. Il merito principale dell'atteggiamento tardomoderno consiste nella sua capacità di tenere opportunamente distinti, valutandoli diversamente, due elementi (il primo è l'ideale sistematicistico del filosofare; il secondo è il progetto illuministico della modernità fondato sull'ammissione del valore della ragione in vista di un ideale di emancipazione umana)che invece il moderno e il postmoderno concordano nell'identificare, divergendo solamente nel giudizio di valore che pronunciano indiscriminatamente su entrambi. Il tardomoderno prende congedo dal primo elemento ma si guarda bene dal rifiutare anche il secondo, diversamente dal postmoderno che, invece, con il suo doppio rifiuto scade in una posizione irrazionalistica.
Italiano
Lineamenti tardomoderni di storia della filosofia contemporanea
978-88-6788-006-5
Sacchi, D. M., Prefazione. Intorno alla nozione di tardomoderno, in Sacchi, D. M., Pozzoni, I. (ed.), Lineamenti tardomoderni di storia della filosofia contemporanea, If Press, Morolo 2013: 5- 10 [http://hdl.handle.net/10807/42566]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10807/42566
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact