The essay explores the specificities of dialogue as an element of film language and aesthetics. Using a multidisciplinary approach that combines semiotics and conversational analysis with screenwriting theory, the book argues that in a movie dialogue has three main functions. The first one, analyzed in the first section of the book, is to create conflict between characters, especially through a dynamics of progressive framing and reframing of the issue which is cause of disagreement. The second function is to create subtext. In its second section, the essays argues that subtext can be of two types: “strategic subtext”, when characters are negotiating about something, or “deep subtext”, when the issue at stake is the moral destiny of one of the speakers. Finally, the third function is to carry the information which is necessary to understand the development of the story. The last part of the essay highlights the most frequent techniques used to cover exposition, so that information doesn’t interfere with drama.

Il saggio esplora la specificità del dialogo come elemento del linguaggio e dell’estetica cinematografici. Attraverso un approccio che coniuga la semiotica con l’analisi conversazionale e con la teoria della sceneggiatura, il libro identifica tre fondamentali funzioni del dialogo cinematografico. La prima, analizzata nella prima parte del libro, è quella di alimentare conflitto tra i personaggi, in particolare attraverso una dinamica di progressivo framing e reframing della questione che è oggetto di scontro. Considerata nella seconda parte del libro, la seconda funzione del dialogo è di creare sottotesto, che può essere di due tipi: “sottotesto strategico”, determinato da un confronto in cui i personaggi sono impegnati a negoziare, e “sottotesto profondo”, quando l’oggetto del confronto è la coscienza di uno dei due interlocutori. La terza funzione è infine quella di veicolare le informazioni necessarie a comprendere gli sviluppi della storia. L’ultima parte del saggio è dedicata appunto alle tecniche di scrittura finalizzate a rendere impercettibile l’esposizione, in modo che non interferisca con il dramma.

Braga, P., Parole in azione. Forme e tecniche del dialogo cinematografico, Franco Angeli, Milano 2012: 204 [http://hdl.handle.net/10807/36691]

Parole in azione. Forme e tecniche del dialogo cinematografico

Braga, Paolo
2012

Abstract

Il saggio esplora la specificità del dialogo come elemento del linguaggio e dell’estetica cinematografici. Attraverso un approccio che coniuga la semiotica con l’analisi conversazionale e con la teoria della sceneggiatura, il libro identifica tre fondamentali funzioni del dialogo cinematografico. La prima, analizzata nella prima parte del libro, è quella di alimentare conflitto tra i personaggi, in particolare attraverso una dinamica di progressivo framing e reframing della questione che è oggetto di scontro. Considerata nella seconda parte del libro, la seconda funzione del dialogo è di creare sottotesto, che può essere di due tipi: “sottotesto strategico”, determinato da un confronto in cui i personaggi sono impegnati a negoziare, e “sottotesto profondo”, quando l’oggetto del confronto è la coscienza di uno dei due interlocutori. La terza funzione è infine quella di veicolare le informazioni necessarie a comprendere gli sviluppi della storia. L’ultima parte del saggio è dedicata appunto alle tecniche di scrittura finalizzate a rendere impercettibile l’esposizione, in modo che non interferisca con il dramma.
Italiano
Monografia o trattato scientifico
Franco Angeli
Braga, P., Parole in azione. Forme e tecniche del dialogo cinematografico, Franco Angeli, Milano 2012: 204 [http://hdl.handle.net/10807/36691]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10807/36691
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact