L'oratore Lisia, siracusano ma vissuto ad Atene nella condizione giudirica di meteco, si inserì pienamente, con la sua famiglia, nel contesto ideale dell'esperienza democratica ateniese, dall'età di Pericle agli anni della restaurazione degli inizi del IV secolo. Il volume raccoglie una serie di saggi (editi fra il 1991 e il 2002, con l'aggiunta di un inedito) che delineano un percorso di approfondimento del rapporto fra Lisia e la democrazia ateniese, lasciando emergere una voce coerentemente "democratica" sul piano ideologico, anche se paradossalmente non cittadina, sulle vicende di Atene a cavallo fra V e IV secolo: gli anni della sconfitta in guerra, della crisi costituzionale, della restaurazione democratica, del difficile recupero della concordia civica. L'attacco alla memoria dell'ambiguo Teramene, la contestazione dell'amnistia, la delegittimazione sistematica del movimento oligarchico, la convinta rivendicazione dei valori democratici rivelano che Lisia, pur relegato in un ruolo giuridicamente subordinato, non si sentì estraneo alla comunità civica democratica, ma espresse anzi un'adesione profonda al suo sistema di valori.

Bearzot, C. S., Vivere da democratici. Studi su Lisia e la democrazia ateniese, L'Erma di Bretschneider, Roma 2007:<<Monografie del Centro Ricerche di Documentazione sull’Antichità Classica, 29>>, 201 [http://hdl.handle.net/10807/3286]

Vivere da democratici. Studi su Lisia e la democrazia ateniese

Bearzot, Cinzia Susanna
2007

Abstract

L'oratore Lisia, siracusano ma vissuto ad Atene nella condizione giudirica di meteco, si inserì pienamente, con la sua famiglia, nel contesto ideale dell'esperienza democratica ateniese, dall'età di Pericle agli anni della restaurazione degli inizi del IV secolo. Il volume raccoglie una serie di saggi (editi fra il 1991 e il 2002, con l'aggiunta di un inedito) che delineano un percorso di approfondimento del rapporto fra Lisia e la democrazia ateniese, lasciando emergere una voce coerentemente "democratica" sul piano ideologico, anche se paradossalmente non cittadina, sulle vicende di Atene a cavallo fra V e IV secolo: gli anni della sconfitta in guerra, della crisi costituzionale, della restaurazione democratica, del difficile recupero della concordia civica. L'attacco alla memoria dell'ambiguo Teramene, la contestazione dell'amnistia, la delegittimazione sistematica del movimento oligarchico, la convinta rivendicazione dei valori democratici rivelano che Lisia, pur relegato in un ruolo giuridicamente subordinato, non si sentì estraneo alla comunità civica democratica, ma espresse anzi un'adesione profonda al suo sistema di valori.
Italiano
Monografia o trattato scientifico
Bearzot, C. S., Vivere da democratici. Studi su Lisia e la democrazia ateniese, L'Erma di Bretschneider, Roma 2007:<<Monografie del Centro Ricerche di Documentazione sull’Antichità Classica, 29>>, 201 [http://hdl.handle.net/10807/3286]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10807/3286
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact