Comporre mosaici. La pratica della fruizione televisiva come problema temporale