«Mirabile e singolare in suo genere»: una lastra di Giovanni Battista Mazza dalla collezione del marchese Luigi Malaspina di Sannazzaro