L’emblema della mobilità. Per una pedagogia della dignità umana