L’esistenza di “partiti” politici nella polis greca è stato oggetto di un vivace dibattito tra i moderni. La critica si è generalmente espressa in senso scettico sulla possibilità di individuare nell’esperienza politica greca strutture comparabili ai moderni partiti. Tuttavia le fazioni greche, pur con le inevitabili differenze (come, per esempio, l’assenza di alcuni aspetti di carattere organizzativo, come iscrizioni, congressi, gerarchia interna, sezioni), presentano spesso le caratteristiche di “partiti” organizzati e stabili, ben identificabili attraverso i loro leader e i loro sostenitori, dotati di una consistenza spesso ben valutabile sul piano quantitativo, impegnati a realizzare precisi obiettivi programmatici e a farsi portatori di precise scelte di politica internazionale. I risultati emersi dal percorso di ricerca che trova espressione in questo volume non vanno in una direzione univoca, ma sembrano, nel loro complesso, confortare l’ipotesi che, a proposito di “partiti” e fazioni, la continuità tra esperienza antica ed esperienza moderna prevalga sulla discontinuità.

Bearzot, C. S., Landucci, F. (eds.), Partiti e fazioni nell'esperienza politica greca, Vita e Pensiero, Milano 2008: 263 [http://hdl.handle.net/10807/2914]

Partiti e fazioni nell'esperienza politica greca

Bearzot, Cinzia Susanna;Landucci, Franca
2008

Abstract

L’esistenza di “partiti” politici nella polis greca è stato oggetto di un vivace dibattito tra i moderni. La critica si è generalmente espressa in senso scettico sulla possibilità di individuare nell’esperienza politica greca strutture comparabili ai moderni partiti. Tuttavia le fazioni greche, pur con le inevitabili differenze (come, per esempio, l’assenza di alcuni aspetti di carattere organizzativo, come iscrizioni, congressi, gerarchia interna, sezioni), presentano spesso le caratteristiche di “partiti” organizzati e stabili, ben identificabili attraverso i loro leader e i loro sostenitori, dotati di una consistenza spesso ben valutabile sul piano quantitativo, impegnati a realizzare precisi obiettivi programmatici e a farsi portatori di precise scelte di politica internazionale. I risultati emersi dal percorso di ricerca che trova espressione in questo volume non vanno in una direzione univoca, ma sembrano, nel loro complesso, confortare l’ipotesi che, a proposito di “partiti” e fazioni, la continuità tra esperienza antica ed esperienza moderna prevalga sulla discontinuità.
Italiano
9788834316719
Bearzot, C. S., Landucci, F. (eds.), Partiti e fazioni nell'esperienza politica greca, Vita e Pensiero, Milano 2008: 263 [http://hdl.handle.net/10807/2914]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10807/2914
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact