Qualche anno fa le tv locali sembravano destinate a scomparire. Schiacciate dai grandi network - spietati nell'acquisizione delle frequenze - e affamate da introiti pubblicitari scarsi, faticavano a far fronte a costi di gestione sempre più onerosi. L'avvento del satellite avrebbe dovuto dargli il colpo di grazia. Invece è successo l'imprevisto: l'emittenza locale, nel giro di un decennio, è rifiorita, ha più che raddoppiato il fatturato pubblicitario, ha lanciato nell'etere curiose e nuove proposte, ha creato vere e proprie comunità virtuali, mentre è la tv generalista che ora vive una fase di stagnazione. In questa mappa di mille e una notte passate davanti al video - pubblicata nel 2004 con il titolo Il Bel Paese della tv e ora riveduta e ampliata - Aldo Grasso cartografa l'Italia minore delle tv locali e la descrive con lo stile ironico e graffiante dei suoi editoriali. Ma parla, come sempre, anche d'altro: racconta del nostro Paese dopo l'avvento della tv privata e ci restituisce la nostra immagine riflessa in un video. Con una sorpresa: forse quella buona televisione di cui lamentiamo da un quindicennio la mancanza esiste, persa tra i palinsesti delle tv locali.

Grasso, A., La tv del sommerso, Mondadori, Milano 2006: 189 [http://hdl.handle.net/10807/25278]

La tv del sommerso

Grasso, Aldo
2006

Abstract

Qualche anno fa le tv locali sembravano destinate a scomparire. Schiacciate dai grandi network - spietati nell'acquisizione delle frequenze - e affamate da introiti pubblicitari scarsi, faticavano a far fronte a costi di gestione sempre più onerosi. L'avvento del satellite avrebbe dovuto dargli il colpo di grazia. Invece è successo l'imprevisto: l'emittenza locale, nel giro di un decennio, è rifiorita, ha più che raddoppiato il fatturato pubblicitario, ha lanciato nell'etere curiose e nuove proposte, ha creato vere e proprie comunità virtuali, mentre è la tv generalista che ora vive una fase di stagnazione. In questa mappa di mille e una notte passate davanti al video - pubblicata nel 2004 con il titolo Il Bel Paese della tv e ora riveduta e ampliata - Aldo Grasso cartografa l'Italia minore delle tv locali e la descrive con lo stile ironico e graffiante dei suoi editoriali. Ma parla, come sempre, anche d'altro: racconta del nostro Paese dopo l'avvento della tv privata e ci restituisce la nostra immagine riflessa in un video. Con una sorpresa: forse quella buona televisione di cui lamentiamo da un quindicennio la mancanza esiste, persa tra i palinsesti delle tv locali.
Italiano
Monografia o trattato scientifico
Grasso, A., La tv del sommerso, Mondadori, Milano 2006: 189 [http://hdl.handle.net/10807/25278]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10807/25278
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact