The essay is part of a Corpus of research that lasted five years on City of Foundation and Plantatio Ecclesiae in Italy and Libya, in the Aegean and in East Africa during the twenties and thirties of the last century. The studies involved researchers from several universities (Bari, Bologna, Cagliari, Florence, Geneva, Milan, Palermo) under the direction of Julian Gresleri, Glauco Gresleri and Pasquale Cullotta, and bring out a reality that alludes to the ability of synthesis of foundational thought. Specifically the essay in question deals with the mural painting of the founding villages in Libya, a new and still little known chapter in the history of our country in the years of fascist colonization. In its civil commitment and religious presence interweave and give shape to a cultural project that, beyond the confusion of an imperialist dream, offers many insights, both in the specific subject and in its broader cultural and historical meaning as place a strong research of identity. In the short span of time between 1936 and 1940, in fact, fifteen major mural painting operations were completed in Libya by Italian artists who, starting from the larger cycle of Achille Funi for the church of San Francesco in Tripoli, in just two years, between 1938 and 1940, spread in the new villages founded in the coastal regions of Tripolitania and Cyrenaica. Reconstructing the map of the different pictorial cycles in historical sequence in which they were made, the study moves, especially in evaluating their capacity in relation to the medium used, the wall painting, the relationship with the architecture, the iconographic program they bring, to the problem of patronage and the role played by the Order of Friars Minor, leading edge of that front.

Il saggio fa parte di un corpus di ricerche durato un quinquennio sul tema Città di fondazione e plantatio ecclesiae in Italia e in Libia, in Egeo e in Africa Orientale durante gli anni Venti e Trenta del secolo scorso. Gli studi che hanno coinvolto ricercatori di diverse università (Bari, Bologna, Cagliari, Firenze, Ginevra, Milano, Palermo) sotto la direzione di Giuliano Gresleri, Glauco Gresleri e Pasquale Cullotta, fanno emergere una realtà che allude alla capacità di sintesi del pensiero fondativo. Il saggio in questione nello specifico si occupa della pittura murale dei villaggi di fondazione in Libia, capitolo nuovo e ancora poco conosciuto della storia del nostro Paese negli anni della colonizzazione fascista. In essa impegno civile e presenza religiosa si intrecciano e danno forma a un progetto culturale che, al di là degli equivoci di un sogno imperialista, offre non pochi spunti di riflessione, sia nello specifico ambito disciplinare che nel suo più vasto significato storico-culturale quale luogo tematico di una forte ricerca identitaria. Nel breve arco di tempo compreso tra 1936 e il 1940 vengono, infatti, portati a termine ben quindici grandi interventi di pittura murale in Libia, eseguiti da pittori italiani che, a partire dal più ampio ciclo di Achille Funi per la chiesa di San Francesco a Tripoli, in soli due anni, fra il 1938 e il 1940, si diffondono nei nuovi villaggi di fondazione, sorti nella fascia costiera delle allora regioni della Tripolitania e della Cirenaica. Ricostruita la mappa dei diversi cicli pittorici nella sequenza storica in cui sono stati realizzati, lo studio muove, soprattutto, nella direzione di valutare la loro portata in relazione al mezzo utilizzato, quello della pittura murale, al rapporto con l’architettura, al programma iconografico di cui sono portatori, al problema della committenza a cui s’innesta il ruolo ricoperto dall’ordine dei frati minori, punta avanzata di quel fronte.

De Carli Sciume', C., La pittura murale nei villaggi di fondazione della Libia, in Culotta, P., Gresleri, G., Gresleri, G. (ed.), Città di Fondazione e Plantatio Ecclesiae, Editrice Compositori, Bologna 2007: 230- 257 [http://hdl.handle.net/10807/24727]

La pittura murale nei villaggi di fondazione della Libia

De Carli Sciume', Cecilia
2007

Abstract

Il saggio fa parte di un corpus di ricerche durato un quinquennio sul tema Città di fondazione e plantatio ecclesiae in Italia e in Libia, in Egeo e in Africa Orientale durante gli anni Venti e Trenta del secolo scorso. Gli studi che hanno coinvolto ricercatori di diverse università (Bari, Bologna, Cagliari, Firenze, Ginevra, Milano, Palermo) sotto la direzione di Giuliano Gresleri, Glauco Gresleri e Pasquale Cullotta, fanno emergere una realtà che allude alla capacità di sintesi del pensiero fondativo. Il saggio in questione nello specifico si occupa della pittura murale dei villaggi di fondazione in Libia, capitolo nuovo e ancora poco conosciuto della storia del nostro Paese negli anni della colonizzazione fascista. In essa impegno civile e presenza religiosa si intrecciano e danno forma a un progetto culturale che, al di là degli equivoci di un sogno imperialista, offre non pochi spunti di riflessione, sia nello specifico ambito disciplinare che nel suo più vasto significato storico-culturale quale luogo tematico di una forte ricerca identitaria. Nel breve arco di tempo compreso tra 1936 e il 1940 vengono, infatti, portati a termine ben quindici grandi interventi di pittura murale in Libia, eseguiti da pittori italiani che, a partire dal più ampio ciclo di Achille Funi per la chiesa di San Francesco a Tripoli, in soli due anni, fra il 1938 e il 1940, si diffondono nei nuovi villaggi di fondazione, sorti nella fascia costiera delle allora regioni della Tripolitania e della Cirenaica. Ricostruita la mappa dei diversi cicli pittorici nella sequenza storica in cui sono stati realizzati, lo studio muove, soprattutto, nella direzione di valutare la loro portata in relazione al mezzo utilizzato, quello della pittura murale, al rapporto con l’architettura, al programma iconografico di cui sono portatori, al problema della committenza a cui s’innesta il ruolo ricoperto dall’ordine dei frati minori, punta avanzata di quel fronte.
Italiano
Città di Fondazione e Plantatio Ecclesiae
978-88-7794-579-2
De Carli Sciume', C., La pittura murale nei villaggi di fondazione della Libia, in Culotta, P., Gresleri, G., Gresleri, G. (ed.), Città di Fondazione e Plantatio Ecclesiae, Editrice Compositori, Bologna 2007: 230- 257 [http://hdl.handle.net/10807/24727]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10807/24727
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact