The emergence of ethical consumption shows the goods on the market today have an increasingly symbolic value. The volume wants to explore if there are forms of responsibilities in production and consumption of textiles - clothes, apparently careless to the values of solidarity. Through qualitative interviews, the research shows a very complex universe, in which solidarity takes on different forms from destination in social benefit projects part of profits to joint cooperative venture between the South and North through the occidental designers; from creative production of social disadvantaged workers to manifacture garments by organic materials. The book draws a new track in the world of responsible consumption, in particular describes the eco fashion as a form of environmental awareness and attention to personal health; fair trade fashion like a form of sensitivity to the rights of workers and solidarity towards different categories of people; the second-hand fashion as choice of sobriety, respect for the ambient and anti-consumerism.

L’emergenza del consumo responsabile mostra come oggi i beni presenti sul mercato abbiano sempre più un valore simbolico. Partendo da tale considerazione, il volume vuole interrogarsi sull’esistenza di forme di responsabilità proprio nel settore del tessile – abbigliamento, all’apparenza poco attento ai valori della solidarietà. Attraverso un'indagine qualitativa, si è scoperto un universo molto variegato, in cui la solidarietà assume forme diversificate che vanno dal destinare a progetti sociali parte dei profitti a joint-venture fra cooperative del Sud e stilisti del Nord del mondo; da produzioni frutto del lavoro e della creatività di persone socialmente svantaggiate a capi fatti con materiali organici. Pur con la consapevolezza che ancora molto resta da studiare, il testo traccia una nuova pista nel mondo dei consumi responsabili. Si descrivono in particolare i fenomeni della moda biologica come forma di rispetto dell’ambiente e di attenzione alla salute personale, della moda solidale come sensibilità verso i diritti dei lavoratori e solidarietà verso differenti categorie di persone, della moda dell’usato come scelta di sobrietà e di anti-consumismo.

Lunghi, C., Montagnini, E., La moda della responsabilità, Franco Angeli, Milano 2007:<<Produrre cultura Creare comunicazione>>, 185 [http://hdl.handle.net/10807/24479]

La moda della responsabilità

Lunghi, Carla;Montagnini, Eugenia
2007

Abstract

L’emergenza del consumo responsabile mostra come oggi i beni presenti sul mercato abbiano sempre più un valore simbolico. Partendo da tale considerazione, il volume vuole interrogarsi sull’esistenza di forme di responsabilità proprio nel settore del tessile – abbigliamento, all’apparenza poco attento ai valori della solidarietà. Attraverso un'indagine qualitativa, si è scoperto un universo molto variegato, in cui la solidarietà assume forme diversificate che vanno dal destinare a progetti sociali parte dei profitti a joint-venture fra cooperative del Sud e stilisti del Nord del mondo; da produzioni frutto del lavoro e della creatività di persone socialmente svantaggiate a capi fatti con materiali organici. Pur con la consapevolezza che ancora molto resta da studiare, il testo traccia una nuova pista nel mondo dei consumi responsabili. Si descrivono in particolare i fenomeni della moda biologica come forma di rispetto dell’ambiente e di attenzione alla salute personale, della moda solidale come sensibilità verso i diritti dei lavoratori e solidarietà verso differenti categorie di persone, della moda dell’usato come scelta di sobrietà e di anti-consumismo.
Italiano
Monografia o trattato scientifico
Lunghi, C., Montagnini, E., La moda della responsabilità, Franco Angeli, Milano 2007:<>, 185 [http://hdl.handle.net/10807/24479]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10807/24479
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact