-

La dinamica del mutamento in agricoltura trova nel caso cremonese tra Ottocento e Novecento una delle realtà più significative. Il saggio esamina la nascita, per iniziativa locale, della Cattedra ambulante di agricoltura, piccola e vivace organizzazione di assistenza polifunzionale rivolta agli agricoltori della provincia. Insieme al rapporto di fiducia che essa riesce ad instaurare con il mondo dei produttori, ancora scarsamente dotati di informazioni e conoscenze tecniche proprie, sono messi in rilievo altri due elementi che fanno della Cattedra ambulante uno dei principali agenti della crescita dell’agricoltura locale. In primo luogo il ruolo avuto nella creazione di nuove istituzioni cooperative, in sinergia con altre istituzioni agrarie del territorio. In secondo luogo il contributo fornito dai suoi tecnici allo studio di un percorso originale di sviluppo produttivo, legato in particolare all’allevamento della bovina da latte e del cavallo da tiro (selezione genetica e riproduzione, nutrizione ecc.).

Fumi, G., Divulgazione e sperimentazione agraria nell'opera della Cattedra ambulante di Cremona da Sansone a De Carolis (1896-1935), in Failla, O., Fumi, G. (ed.), Gli agronomi in Lombardia: dalle cattedre ambulanti ad oggi, Franco Angeli, Milano 2006: 87- 128 [http://hdl.handle.net/10807/23998]

Divulgazione e sperimentazione agraria nell'opera della Cattedra ambulante di Cremona da Sansone a De Carolis (1896-1935)

Fumi
2006

Abstract

La dinamica del mutamento in agricoltura trova nel caso cremonese tra Ottocento e Novecento una delle realtà più significative. Il saggio esamina la nascita, per iniziativa locale, della Cattedra ambulante di agricoltura, piccola e vivace organizzazione di assistenza polifunzionale rivolta agli agricoltori della provincia. Insieme al rapporto di fiducia che essa riesce ad instaurare con il mondo dei produttori, ancora scarsamente dotati di informazioni e conoscenze tecniche proprie, sono messi in rilievo altri due elementi che fanno della Cattedra ambulante uno dei principali agenti della crescita dell’agricoltura locale. In primo luogo il ruolo avuto nella creazione di nuove istituzioni cooperative, in sinergia con altre istituzioni agrarie del territorio. In secondo luogo il contributo fornito dai suoi tecnici allo studio di un percorso originale di sviluppo produttivo, legato in particolare all’allevamento della bovina da latte e del cavallo da tiro (selezione genetica e riproduzione, nutrizione ecc.).
Italiano
Gli agronomi in Lombardia: dalle cattedre ambulanti ad oggi
9788846458100
Fumi, G., Divulgazione e sperimentazione agraria nell'opera della Cattedra ambulante di Cremona da Sansone a De Carolis (1896-1935), in Failla, O., Fumi, G. (ed.), Gli agronomi in Lombardia: dalle cattedre ambulanti ad oggi, Franco Angeli, Milano 2006: 87- 128 [http://hdl.handle.net/10807/23998]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10807/23998
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact