L'esistenza quotidiana è esposta a rischi differenziati e costanti, tuttavia spesso si possiede una coscienza solo limitata dei pericoli. La sicurezza rappresenta certo una delle componenti fondamentali della nostra vita, eppure non sempre viene considerata nella sua reale importanza. Una sicurezza condivisa può favorire il benessere lavorativo, ma per "lavorare sicuri" è necessario, prima, abituarsi a "pensare sicuri" in una logica di benessere globale che coinvolga la persona in qualunque contesto e situazione di vita. Questo libro, con il contributo di ricercatori e professionisti, analizza il tema della sicurezza da un punto di vista interdisciplinare, e costituisce un eccellente strumento di lavoro per tutti coloro che quotidianamente si confrontano con i problemi legati al rischio, non solo in quanto studiosi o "specialisti" del settore, ma anche in quanto concretamente operano in contesti organizzativi.

Lombardi, M., Essere sicuri e sentirsi sicuri: un approccio sociologico, in Giossi Morbelli, L., Sada, A., Crescentini, A. (ed.), Elogio della sicurezza, Vita e Pensiero, Milano 2007: 163- 170 [http://hdl.handle.net/10807/23828]

Essere sicuri e sentirsi sicuri: un approccio sociologico

Lombardi, Marco
2007

Abstract

L'esistenza quotidiana è esposta a rischi differenziati e costanti, tuttavia spesso si possiede una coscienza solo limitata dei pericoli. La sicurezza rappresenta certo una delle componenti fondamentali della nostra vita, eppure non sempre viene considerata nella sua reale importanza. Una sicurezza condivisa può favorire il benessere lavorativo, ma per "lavorare sicuri" è necessario, prima, abituarsi a "pensare sicuri" in una logica di benessere globale che coinvolga la persona in qualunque contesto e situazione di vita. Questo libro, con il contributo di ricercatori e professionisti, analizza il tema della sicurezza da un punto di vista interdisciplinare, e costituisce un eccellente strumento di lavoro per tutti coloro che quotidianamente si confrontano con i problemi legati al rischio, non solo in quanto studiosi o "specialisti" del settore, ma anche in quanto concretamente operano in contesti organizzativi.
Italiano
Elogio della sicurezza
9788834315439
Lombardi, M., Essere sicuri e sentirsi sicuri: un approccio sociologico, in Giossi Morbelli, L., Sada, A., Crescentini, A. (ed.), Elogio della sicurezza, Vita e Pensiero, Milano 2007: 163- 170 [http://hdl.handle.net/10807/23828]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10807/23828
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact