Gli effetti dell'info-povertà: dalla parte dei bambini