Le strutture del male: tra etica e ontologia