La diversità nello sport è un tema molto attuale e suscettibile di una pluralità di interpretazioni che permeano ogni contesto sportivo, spesso senza un’adeguata e necessaria riflessione critica. I/le professionisti/e dello sport hanno invece la necessità di assumere uno sguardo riflessivo sulla diversità, all’interno di una responsabilità educativa che deve essere giocata su vari livelli delle relazioni interpersonali che si instaurano nelle professioni sportive: tra allenatori e allenatrici e i/le loro giocatori/giocatrici e atleti/e; insegnanti e studenti/studentesse; personal trainer e clienti, etc. Il professionista dello sport non può, quindi, sottrarsi alla necessità di formarsi e sviluppare adeguate competenze pedagogiche per gestire la molteplicità di forme e sfumature che la diversità assume in ogni rivolo dello sport. Questo contributo ha l’obiettivo di porre al centro della riflessione la diversità, provando a definirla non in modo esaustivo quanto piuttosto riflessivo, per delineare un approccio pedagogico funzionale alla gestione da parte dei/delle professionisti/e dello sport per fornire approcci, sguardi e competenze che si rintracciano in modo particolare nella pedagogia interculturale. Inoltre si pone al centro della riflessione un tema cruciale in questo momento storico: la differenza di genere che ora, più che mai, richiama anche nello sport un’urgenza di intervento che decreti un sostanziale cambio di prospettiva storica in nome di un’uguaglianza reale e come prerogativa culturale per l’interezza della nostra società.

Balloi, C., Lo spogliatoio. Sport e prospettiva interculturale: diversità, intercultura, e competenze interculturali, in Silvio Premol, S. P. (ed.), Pedagogia a bordo campo. Manuale di pedagogia generale per le Scienze Motorie e dello Sport, Pensa MultiMedia, Lecce 2022: 149- 166 [https://hdl.handle.net/10807/222474]

Lo spogliatoio. Sport e prospettiva interculturale: diversità, intercultura, e competenze interculturali

Balloi, Cristina
2022

Abstract

La diversità nello sport è un tema molto attuale e suscettibile di una pluralità di interpretazioni che permeano ogni contesto sportivo, spesso senza un’adeguata e necessaria riflessione critica. I/le professionisti/e dello sport hanno invece la necessità di assumere uno sguardo riflessivo sulla diversità, all’interno di una responsabilità educativa che deve essere giocata su vari livelli delle relazioni interpersonali che si instaurano nelle professioni sportive: tra allenatori e allenatrici e i/le loro giocatori/giocatrici e atleti/e; insegnanti e studenti/studentesse; personal trainer e clienti, etc. Il professionista dello sport non può, quindi, sottrarsi alla necessità di formarsi e sviluppare adeguate competenze pedagogiche per gestire la molteplicità di forme e sfumature che la diversità assume in ogni rivolo dello sport. Questo contributo ha l’obiettivo di porre al centro della riflessione la diversità, provando a definirla non in modo esaustivo quanto piuttosto riflessivo, per delineare un approccio pedagogico funzionale alla gestione da parte dei/delle professionisti/e dello sport per fornire approcci, sguardi e competenze che si rintracciano in modo particolare nella pedagogia interculturale. Inoltre si pone al centro della riflessione un tema cruciale in questo momento storico: la differenza di genere che ora, più che mai, richiama anche nello sport un’urgenza di intervento che decreti un sostanziale cambio di prospettiva storica in nome di un’uguaglianza reale e come prerogativa culturale per l’interezza della nostra società.
Italiano
Pedagogia a bordo campo. Manuale di pedagogia generale per le Scienze Motorie e dello Sport
978-88-6760-941-3
Pensa MultiMedia
Balloi, C., Lo spogliatoio. Sport e prospettiva interculturale: diversità, intercultura, e competenze interculturali, in Silvio Premol, S. P. (ed.), Pedagogia a bordo campo. Manuale di pedagogia generale per le Scienze Motorie e dello Sport, Pensa MultiMedia, Lecce 2022: 149- 166 [https://hdl.handle.net/10807/222474]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10807/222474
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact