Il concetto di "agent" è di cruciale importanza per l'applicazione negli U.S.A. del Foreign Corrupt Practices Act. A fronte di un'interpretazione molto lata dello stesso (fatta propria da DOJ e SEC), la sentenza della U.S. Court of Appeals for the Second Circuit del 2022 (sul caso Hoskins) propende per un'accezione più ristretta di "agent" destando le preoccupazioni degli esperti del sottore circa il futuro comportamento delle aziende USA con filiali all'estero in materia di compliance.

Trashaj, M., Corruzione internazionale: il caso Hoskins e il concetto di “agent” , 2022

Corruzione internazionale: il caso Hoskins e il concetto di “agent”

Trashaj, Megi
2022

Abstract

Il concetto di "agent" è di cruciale importanza per l'applicazione negli U.S.A. del Foreign Corrupt Practices Act. A fronte di un'interpretazione molto lata dello stesso (fatta propria da DOJ e SEC), la sentenza della U.S. Court of Appeals for the Second Circuit del 2022 (sul caso Hoskins) propende per un'accezione più ristretta di "agent" destando le preoccupazioni degli esperti del sottore circa il futuro comportamento delle aziende USA con filiali all'estero in materia di compliance.
Italiano
Trashaj, M., Corruzione internazionale: il caso Hoskins e il concetto di “agent” , 2022
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10807/218444
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact