Quando si smette di essere uno straniero? Fino a quando si è percepiti come migranti? Perchè si tende a definire come migranti solo alcuni cittadini - generalmente provenienti dai paesi più poveri - e non coloro che si spostano da paesi con economie avanzate? Mentre la mobilità umana caratterizza da sempre la storia dell'uomo, la figura del migrante è l'esito di processi di costruzione sociale e di scelte politico-giuridiche che mutano nel tempo. Il contributo offre un quadro teorico sulla mobilità umana affrontando anche le più recenti sfide legate alle dinamiche migratorie.

Riniolo, V., Muoversi nel mondo, in Rita Bich, R. B., Sociologia generale, Vita e Pensiero, Milano, Milano 2022: 704-716 [http://hdl.handle.net/10807/215248]

Muoversi nel mondo

Riniolo, Veronica
2022

Abstract

Quando si smette di essere uno straniero? Fino a quando si è percepiti come migranti? Perchè si tende a definire come migranti solo alcuni cittadini - generalmente provenienti dai paesi più poveri - e non coloro che si spostano da paesi con economie avanzate? Mentre la mobilità umana caratterizza da sempre la storia dell'uomo, la figura del migrante è l'esito di processi di costruzione sociale e di scelte politico-giuridiche che mutano nel tempo. Il contributo offre un quadro teorico sulla mobilità umana affrontando anche le più recenti sfide legate alle dinamiche migratorie.
Italiano
978-88-343-4827-7
Vita e Pensiero, Milano
Riniolo, V., Muoversi nel mondo, in Rita Bich, R. B., Sociologia generale, Vita e Pensiero, Milano, Milano 2022: 704-716 [http://hdl.handle.net/10807/215248]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10807/215248
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact