La roba come gioia e/o come incubo. Riflettendo con Giovanni Verga.