La figura di Annibale nella prosa di Seneca