La mediazione familiare, orientata all’approccio relazionale simbolico, riconosce la persona nella sua identità integrata, una persona capace di amare e di compiere azioni responsabili, di desiderare e progettare, una persona appartenente a una storia e anelante a un futuro, una persona “capace di relazione” a livello interpersonale, familiare e in contesti gruppali e sociali. Questo è ciò di cui è capace una persona e questo è al contempo ciò che viene ferito durante una separazione, ma questo è anche l’oggetto di lavoro nel processo mediativo orientato all’approccio relazionale simbolico, che bene descrivono le autrici di questo volume. Non solo un metodo, non solo una pratica, ma un intervento che sprigiona attenzione e cura per le dimensioni più profonde dell’identità della persona: aspetti affettivi e di responsabilità, appartenenze familiari, intergenerazionali e sociali. La mediazione familiare promuove la parte più autentica della persona, perché nell’intervento mediativo ciascun partner attraversa un percorso trasformativo, non privo di dolore, per approdare alla capacità di riappropriarsi di aspetti di sé che vengono feriti dalla separazione ma non annullati.

Bertoni, A., Postfazione, in Marzotto, C., Farinacci, P., Bonadonna, M. (ed.), La mediazione familiare. Indicazioni e strumenti per accompagnare la transizione del divorzio, FrancoAngeli, Milano 2021: 119- 123 [http://hdl.handle.net/10807/205030]

Postfazione

Bertoni, A
2021

Abstract

La mediazione familiare, orientata all’approccio relazionale simbolico, riconosce la persona nella sua identità integrata, una persona capace di amare e di compiere azioni responsabili, di desiderare e progettare, una persona appartenente a una storia e anelante a un futuro, una persona “capace di relazione” a livello interpersonale, familiare e in contesti gruppali e sociali. Questo è ciò di cui è capace una persona e questo è al contempo ciò che viene ferito durante una separazione, ma questo è anche l’oggetto di lavoro nel processo mediativo orientato all’approccio relazionale simbolico, che bene descrivono le autrici di questo volume. Non solo un metodo, non solo una pratica, ma un intervento che sprigiona attenzione e cura per le dimensioni più profonde dell’identità della persona: aspetti affettivi e di responsabilità, appartenenze familiari, intergenerazionali e sociali. La mediazione familiare promuove la parte più autentica della persona, perché nell’intervento mediativo ciascun partner attraversa un percorso trasformativo, non privo di dolore, per approdare alla capacità di riappropriarsi di aspetti di sé che vengono feriti dalla separazione ma non annullati.
Italiano
La mediazione familiare. Indicazioni e strumenti per accompagnare la transizione del divorzio
9788835118633
FrancoAngeli
Bertoni, A., Postfazione, in Marzotto, C., Farinacci, P., Bonadonna, M. (ed.), La mediazione familiare. Indicazioni e strumenti per accompagnare la transizione del divorzio, FrancoAngeli, Milano 2021: 119- 123 [http://hdl.handle.net/10807/205030]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10807/205030
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact