Il settore dei beni alimentari è caratterizzato da un elevato livello di competitività e, pertanto, le imprese del food devono continuamente adottare delle strategie innovative per mantenersi competitive sul mercato interno ed esterno. I prodotti caseari italiani sono tra i beni alimentari più esportati nel mondo e le imprese che operano in questo comparto si sono dotate già a partire dagli inizi del Novecento di strumenti competitivi per fronteggiare l’elevata concorrenza, interna ed esterna. La letteratura ha, ormai da diverso tempo, riconosciuto il valore strategico dei marchi e dei brands, che sono diventati degli asset intangibili fondamentali per tutelare i prodotti e i loro processi produttivi. Da un lato, essi proteggono dall’imitazione e dalla contraffazione, nel caso del prodotto. Dall’altro, essi sono strumenti di garanzia per gli investimenti in innovazione e sviluppo dei processi produttivi. Nello scorso secolo, Invernizzi, Locatelli e Galbani si sono collocate nei primi posti dell’industria casearia nazionale, specialmente dopo la seconda guerra mondiale. Ciascuna di queste imprese ha utilizzato brands e marchi per sostenere e rinforzare la propria posizione nel mercato nazionale e mondiale. Inoltre, la creatività imprenditoriale si è collegata, ed è un tratto che accomuna tutte queste esperienze, ad un’identità di impresa familiare con un ruolo di figure particolari: quelle dei fondatori. In sintesi, i fattori che hanno caratterizzato il percorso di sviluppo sono stati: l’innovazione di prodotto e di processo, la strategia di branding e, infine, la modernizzazione dei sistemi di conservazione e di packaging dei prodotti.

Suffia, I., Locatelli, A. M., Creatività nell’industria alimentare: innovazione ed esporta- zioni nel settore dei formaggi nel ’900, in Giulio Mellinato, L. P. V. V. (ed.), OLTRE I CONFINILe imprese “leggere” italiane e i mercati internazionali nel XIX e XX secolo, Franco Angeli Editore, Milano, Milano 2021: 131- 152 [http://hdl.handle.net/10807/195266]

Creatività nell’industria alimentare: innovazione ed esporta- zioni nel settore dei formaggi nel ’900

Suffia, Ilaria
;
Locatelli, Andrea Maria
2021

Abstract

Il settore dei beni alimentari è caratterizzato da un elevato livello di competitività e, pertanto, le imprese del food devono continuamente adottare delle strategie innovative per mantenersi competitive sul mercato interno ed esterno. I prodotti caseari italiani sono tra i beni alimentari più esportati nel mondo e le imprese che operano in questo comparto si sono dotate già a partire dagli inizi del Novecento di strumenti competitivi per fronteggiare l’elevata concorrenza, interna ed esterna. La letteratura ha, ormai da diverso tempo, riconosciuto il valore strategico dei marchi e dei brands, che sono diventati degli asset intangibili fondamentali per tutelare i prodotti e i loro processi produttivi. Da un lato, essi proteggono dall’imitazione e dalla contraffazione, nel caso del prodotto. Dall’altro, essi sono strumenti di garanzia per gli investimenti in innovazione e sviluppo dei processi produttivi. Nello scorso secolo, Invernizzi, Locatelli e Galbani si sono collocate nei primi posti dell’industria casearia nazionale, specialmente dopo la seconda guerra mondiale. Ciascuna di queste imprese ha utilizzato brands e marchi per sostenere e rinforzare la propria posizione nel mercato nazionale e mondiale. Inoltre, la creatività imprenditoriale si è collegata, ed è un tratto che accomuna tutte queste esperienze, ad un’identità di impresa familiare con un ruolo di figure particolari: quelle dei fondatori. In sintesi, i fattori che hanno caratterizzato il percorso di sviluppo sono stati: l’innovazione di prodotto e di processo, la strategia di branding e, infine, la modernizzazione dei sistemi di conservazione e di packaging dei prodotti.
Italiano
OLTRE I CONFINI Le imprese “leggere” italiane e i mercati internazionali nel XIX e XX secolo
9788835132905
Franco Angeli Editore, Milano
Suffia, I., Locatelli, A. M., Creatività nell’industria alimentare: innovazione ed esporta- zioni nel settore dei formaggi nel ’900, in Giulio Mellinato, L. P. V. V. (ed.), OLTRE I CONFINILe imprese “leggere” italiane e i mercati internazionali nel XIX e XX secolo, Franco Angeli Editore, Milano, Milano 2021: 131- 152 [http://hdl.handle.net/10807/195266]
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Creativity - Suffia -Oltre+i+confini copia.pdf

accesso aperto

Tipologia file ?: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: Creative commons
Dimensione 1.1 MB
Formato Adobe PDF
1.1 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10807/195266
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact