The Introduction to the Acts of the Conference on Roman Theatre in Ist cent. BC presents a reflection on the contents of the conference and tries to present a synthetic framework. It emerges that it is still difficult to reconstruct the fragmentary framework of the transformations of Latin theater between the second and first centuries BC, due to the dispersion of data and the variety of the various research fields involved.

La Premessa conduce una riflessione sui contenuti del convegno, dove gli studiosi hanno cercato di ricostruire il frammentario quadro delle trasformazioni del teatro latino tra II e I sec. a.C., un compito difficile a causa della dispersione dei dati e della varietà dei vari ambiti di ricerca coinvolti. I nomi dei poeti sono pressoché ignoti a chi non è specialista e in sé le informazioni sono così limitate da scomparire dentro l’ampio quadro storico della letteratura latina. Lo studio degli spazi della teatralità a Roma e dei primi edifici teatrali in muratura rientra usualmente nell’ambito specialistico degli archeologi ed entra raramente in dialogo con gli studi storico-letterari; solitamente è la storia politica a indagare le ragioni culturali e politiche che osteggiavano il teatro come fenomeno artistico implicante prossimità e socialità tra il pubblico, ma nel contempo lo spingevano a evolversi in direzioni nuove.

Matelli, E., Premessa. Riflessioni sulle giornate di studio dedicate all’andare a teatro a Roma nel I sec. a.C., in Matelli Elisabett, M. E. (ed.), ANDARE A TEATRO A ROMA NEL I SEC. A.C. Generi drammatici e poeti, teatri, attori e pubblico, Educatt Editoriale, MILANO -- ITA 2021: 2021 5- 23 [http://hdl.handle.net/10807/191265]

Premessa. Riflessioni sulle giornate di studio dedicate all’andare a teatro a Roma nel I sec. a.C.

Matelli, Elisabetta
2021

Abstract

La Premessa conduce una riflessione sui contenuti del convegno, dove gli studiosi hanno cercato di ricostruire il frammentario quadro delle trasformazioni del teatro latino tra II e I sec. a.C., un compito difficile a causa della dispersione dei dati e della varietà dei vari ambiti di ricerca coinvolti. I nomi dei poeti sono pressoché ignoti a chi non è specialista e in sé le informazioni sono così limitate da scomparire dentro l’ampio quadro storico della letteratura latina. Lo studio degli spazi della teatralità a Roma e dei primi edifici teatrali in muratura rientra usualmente nell’ambito specialistico degli archeologi ed entra raramente in dialogo con gli studi storico-letterari; solitamente è la storia politica a indagare le ragioni culturali e politiche che osteggiavano il teatro come fenomeno artistico implicante prossimità e socialità tra il pubblico, ma nel contempo lo spingevano a evolversi in direzioni nuove.
Italiano
ANDARE A TEATRO A ROMA NEL I SEC. A.C. Generi drammatici e poeti, teatri, attori e pubblico
978-88-9335-878-1
Educatt Editoriale
2021
Matelli, E., Premessa. Riflessioni sulle giornate di studio dedicate all’andare a teatro a Roma nel I sec. a.C., in Matelli Elisabett, M. E. (ed.), ANDARE A TEATRO A ROMA NEL I SEC. A.C. Generi drammatici e poeti, teatri, attori e pubblico, Educatt Editoriale, MILANO -- ITA 2021: 2021 5- 23 [http://hdl.handle.net/10807/191265]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10807/191265
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact