“Come fratelli”: le reti della socialità religiosa nell’area dei laghi lombardi