Prefazione a Giorgio Scerbanenco, Non rimanere soli