The paper examines Isocrates’ passages on Alcibiades, from the extremely favourable and justifying vision of the oration On the team of horses to those, more nuanced and reliable, of the speeches Busiris and To Philip, very distant from each other from a chronological point of view and of different extension. Isocrates recognises to Alcibiades a certain greatness, for better or for worse; but he presents him as an ambiguous figure, able to obtain great fame (doxa), but not necessarily unanimous praise (epainos). Alcibiade appears in Isocrates’ work as a man of tenacious will and capable of great initiatives, but cause of tarache and kaka with serious and long lasting consequences for Athens.

Il contributo esamina gli interventi di Isocrate su Alcibiade, dalla visione estremamente favorevole e giustificatoria dell’orazione Sulla biga a quelle, più sfumate e attendibili, del Busiride e del Filippo, pure fra loro molto distanti cronologicamente e di diversa estensione. Isocrate riconosce ad Alcibiade una certa grandezza, nel bene e nel male; ma lo presenta come una figura ambigua, capace di ottenere grande fama (doxa), ma non necessariamente unanime lode (epainos). Alcibiade figura nelle pagine isocratee come un uomo dalla volontà tenace e capace di grandi iniziative, ma causa di taraché e di kaká dalle conseguenze gravi e di lunga durata per Atene.

Bearzot, C., “Con grande gloria ma non con lode unanime”: Isocrate e Alcibiade, Studi su Isocrate (1980-2020), LED Edizioni Universitarie, Milano 2020 <<STUDI E RICERCHE>>,: 247-257 [http://hdl.handle.net/10807/164323]

“Con grande gloria ma non con lode unanime”: Isocrate e Alcibiade

Bearzot, C.
2020

Abstract

Il contributo esamina gli interventi di Isocrate su Alcibiade, dalla visione estremamente favorevole e giustificatoria dell’orazione Sulla biga a quelle, più sfumate e attendibili, del Busiride e del Filippo, pure fra loro molto distanti cronologicamente e di diversa estensione. Isocrate riconosce ad Alcibiade una certa grandezza, nel bene e nel male; ma lo presenta come una figura ambigua, capace di ottenere grande fama (doxa), ma non necessariamente unanime lode (epainos). Alcibiade figura nelle pagine isocratee come un uomo dalla volontà tenace e capace di grandi iniziative, ma causa di taraché e di kaká dalle conseguenze gravi e di lunga durata per Atene.
Italiano
9788879169448
LED Edizioni Universitarie
Bearzot, C., “Con grande gloria ma non con lode unanime”: Isocrate e Alcibiade, Studi su Isocrate (1980-2020), LED Edizioni Universitarie, Milano 2020 <<STUDI E RICERCHE>>,: 247-257 [http://hdl.handle.net/10807/164323]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10807/164323
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact