Con la legge 205/2017, la qualifica di pedagogista è attribuita a seguito del rilascio del diploma di laurea magistrale in classi abilitanti (LM-50, LM-57, LM-85, LM-93). Essa offre l’accesso a posizioni apicali in enti profit, non profit, for benefit e pubbliche amministrazioni. Con una adeguata esperienza sul campo, il pedagogista può assumere il ruolo di coordinatore, di responsabile, di dirigente, distinguendosi per il 7° livello di inquadramento professionale secondo il Quadro europeo delle qualifiche per l'apprendimento permanente (Unione Europea, 2008). Il volume ipotizza che sia possibile individuare un tratto specifico e unificante che connota l'operare del pedagogista nei diversi ambiti in cui opera: è la cura delle relazioni e l'accompagnamento delle professioni educative e formative. La progettazione pedagogica, in modo intenzionale e consapevole, è cura delle relazioni umane, delle risorse materiali e spirituali delle persone, dei contesti ambientali e tecnologici, dello sviluppo politico ed economico delle comunità. Il coordinamento pedagogico consiste anzitutto nell'accompagnamento delle professioni educative e formative, che sono rivolte alla costruzione di società eque e solidali, tra ambiguità e contraddizioni sotto gli occhi di tutti.

Sandrini, S., Coordinamento pedagogico. Cura delle relazioni e accompagnamento delle professioni educative e formative, Pensa MultiMedia, Lecce-Brescia 2020: 244 [http://hdl.handle.net/10807/152967]

Coordinamento pedagogico. Cura delle relazioni e accompagnamento delle professioni educative e formative

Sandrini, Simona
2020

Abstract

Con la legge 205/2017, la qualifica di pedagogista è attribuita a seguito del rilascio del diploma di laurea magistrale in classi abilitanti (LM-50, LM-57, LM-85, LM-93). Essa offre l’accesso a posizioni apicali in enti profit, non profit, for benefit e pubbliche amministrazioni. Con una adeguata esperienza sul campo, il pedagogista può assumere il ruolo di coordinatore, di responsabile, di dirigente, distinguendosi per il 7° livello di inquadramento professionale secondo il Quadro europeo delle qualifiche per l'apprendimento permanente (Unione Europea, 2008). Il volume ipotizza che sia possibile individuare un tratto specifico e unificante che connota l'operare del pedagogista nei diversi ambiti in cui opera: è la cura delle relazioni e l'accompagnamento delle professioni educative e formative. La progettazione pedagogica, in modo intenzionale e consapevole, è cura delle relazioni umane, delle risorse materiali e spirituali delle persone, dei contesti ambientali e tecnologici, dello sviluppo politico ed economico delle comunità. Il coordinamento pedagogico consiste anzitutto nell'accompagnamento delle professioni educative e formative, che sono rivolte alla costruzione di società eque e solidali, tra ambiguità e contraddizioni sotto gli occhi di tutti.
Italiano
Monografia o trattato scientifico
Pensa MultiMedia
Sandrini, S., Coordinamento pedagogico. Cura delle relazioni e accompagnamento delle professioni educative e formative, Pensa MultiMedia, Lecce-Brescia 2020: 244 [http://hdl.handle.net/10807/152967]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10807/152967
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact