Un nuovo trovatore italiano? Osservazioni sul "partimen" tra Aicart de Fossat e Girard Cavalaz, "Si paradis et enfernz son aital"