La mediazione di comunità si propone come un percorso complesso, ma efficace, per sostenere il difficile processo di costruzione dei legami sociali che i soggetti compiono nelle comunità, per rispondere al bisogno insopprimibile di esperire appartenenze significative e "pacifiche". In questi ultimi vent'anni si sono definiti differenti modelli di mediazione in ambito comunitario. Ma quali strategie di intervento si presentano congruenti con la modalità tipica della nostra epoca di configurare il senso e le forme regolative delle relazioni sociali? Il volume propone, a fianco di una inedita ricostruzione dei differenti modelli di mediazione oggi maggiormente praticati, l'indicazione di una strada possibile e originale, nella presentazione della mediazione di comunità, secondo il modello relazionale. Proprio questa prospettiva consente di articolare una pratica mediativa che non si configura esclusivamente come una tecnica per la gestione o il superamento dei conflitti, ma come una visione specifica e competente con cui si guarda alla comunità, alle sue reti e alla possibilità di "portare in salvo una appartenenza", attraverso la figura di un terzo, il mediatore. Si offrono inoltre interessanti esempi di operatività concreta attraverso la presentazione di Centri di eccellenza che operano a livello nazionale e internazionale (Europa e America) che consentono di comprendere la ricchezza e le potenzialità di questo dispositivo, nei differenti frame in cui la mediazione si può applicare. Il testo, per le sue caratteristiche di sistematicità, si rivolge sia a un pubblico in formazione sia a quanti, da professionisti, sono interessati a predisporre interventi e programmi di mediazione.

Bramanti, D., Sociologia della mediazione, Franco Angeli, Milano 2005: 221 [http://hdl.handle.net/10807/15037]

Sociologia della mediazione

Bramanti, Donatella
2005

Abstract

La mediazione di comunità si propone come un percorso complesso, ma efficace, per sostenere il difficile processo di costruzione dei legami sociali che i soggetti compiono nelle comunità, per rispondere al bisogno insopprimibile di esperire appartenenze significative e "pacifiche". In questi ultimi vent'anni si sono definiti differenti modelli di mediazione in ambito comunitario. Ma quali strategie di intervento si presentano congruenti con la modalità tipica della nostra epoca di configurare il senso e le forme regolative delle relazioni sociali? Il volume propone, a fianco di una inedita ricostruzione dei differenti modelli di mediazione oggi maggiormente praticati, l'indicazione di una strada possibile e originale, nella presentazione della mediazione di comunità, secondo il modello relazionale. Proprio questa prospettiva consente di articolare una pratica mediativa che non si configura esclusivamente come una tecnica per la gestione o il superamento dei conflitti, ma come una visione specifica e competente con cui si guarda alla comunità, alle sue reti e alla possibilità di "portare in salvo una appartenenza", attraverso la figura di un terzo, il mediatore. Si offrono inoltre interessanti esempi di operatività concreta attraverso la presentazione di Centri di eccellenza che operano a livello nazionale e internazionale (Europa e America) che consentono di comprendere la ricchezza e le potenzialità di questo dispositivo, nei differenti frame in cui la mediazione si può applicare. Il testo, per le sue caratteristiche di sistematicità, si rivolge sia a un pubblico in formazione sia a quanti, da professionisti, sono interessati a predisporre interventi e programmi di mediazione.
Italiano
Monografia o trattato scientifico
Bramanti, D., Sociologia della mediazione, Franco Angeli, Milano 2005: 221 [http://hdl.handle.net/10807/15037]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10807/15037
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact