Tra le carte di Ambrogio Bazzero: "La colonna infame"