Una storia di ordinario maltrattamento