Algoritmo in tribunale: giudice o imputato?