Ifigenia e Kaspar Hauser. La giustizia dello sguardo innocente