Global Britain, un tentativo di ritorno all’Impero?