Se stessi come interlocutori: soggetti e interpretazioni nel dialogo interreligioso