Intorno all'ultimo libro di Antonio Livi e a un rilievo formulato su di esso da Francesco Arzillo