Dal 2000 al 2015 i teatri milanesi aderenti a “Invito a Teatro” hanno portato in scena 189 spettacoli basati su opere (o autori) di lingua tedesca, cinque letture sceniche e quattro spettacoli di teatrodanza. Del Settecento e dell’Ottocento figurano solo grandi nomi, come Büchner, Lessing, Goethe o Schiller, per un totale di 19 rappresentazioni delle loro opere e 15 spettacoli ispirati a tali opere. Dei restanti 155 spettacoli, 95 consistono in rappresentazioni di testi scritti nell’arco del Novecento, mentre 23 sono rappresentazioni ispirate a tali testi o ai loro autori. Nello specifico, all’opera brechtiana sono stati dedicati 29 spettacoli. Delle pièce scritte nei primi quindici anni del nostro secolo si contanto infine 37 rappresentazioni, un numero tutt’altro che trascurabile, considerando il fatto che si tratta di creazioni tanto recenti. L’analisi dei dati raccolti offre l’immagine di una scena teatrale di grande vitalità, in sintonia con quella coeva di lingua tedesca, ma capace anche di apporti e invenzioni originali. Lo studio si riallaccia al volume “Il teatro di lingua tedesca a Milano dal 2000 al 2015” (Milano, EDUCatt, 2016), nel quale gli autori, Gloria Colombo e Giulio Bassani, offrono una descrizione dettagliata degli spettacoli individuati, ma basandosi unicamente sull’ordine cronologico con cui si sono tenute le rappresentazioni, senza addentrarsi in considerazioni di carattere critico-argomentativo.

Colombo, G., Non solo Brecht. Milano e il teatro di lingua tedesca. 2000-2015, Sedizioni Diego Dejaco editore, Milano 2018:<<METAMORFOSI>>, 234 [http://hdl.handle.net/10807/117010]

Non solo Brecht. Milano e il teatro di lingua tedesca. 2000-2015

Gloria Colombo
2018

Abstract

Dal 2000 al 2015 i teatri milanesi aderenti a “Invito a Teatro” hanno portato in scena 189 spettacoli basati su opere (o autori) di lingua tedesca, cinque letture sceniche e quattro spettacoli di teatrodanza. Del Settecento e dell’Ottocento figurano solo grandi nomi, come Büchner, Lessing, Goethe o Schiller, per un totale di 19 rappresentazioni delle loro opere e 15 spettacoli ispirati a tali opere. Dei restanti 155 spettacoli, 95 consistono in rappresentazioni di testi scritti nell’arco del Novecento, mentre 23 sono rappresentazioni ispirate a tali testi o ai loro autori. Nello specifico, all’opera brechtiana sono stati dedicati 29 spettacoli. Delle pièce scritte nei primi quindici anni del nostro secolo si contanto infine 37 rappresentazioni, un numero tutt’altro che trascurabile, considerando il fatto che si tratta di creazioni tanto recenti. L’analisi dei dati raccolti offre l’immagine di una scena teatrale di grande vitalità, in sintonia con quella coeva di lingua tedesca, ma capace anche di apporti e invenzioni originali. Lo studio si riallaccia al volume “Il teatro di lingua tedesca a Milano dal 2000 al 2015” (Milano, EDUCatt, 2016), nel quale gli autori, Gloria Colombo e Giulio Bassani, offrono una descrizione dettagliata degli spettacoli individuati, ma basandosi unicamente sull’ordine cronologico con cui si sono tenute le rappresentazioni, senza addentrarsi in considerazioni di carattere critico-argomentativo.
Italiano
Monografia o trattato scientifico
Sedizioni Diego Dejaco editore
Colombo, G., Non solo Brecht. Milano e il teatro di lingua tedesca. 2000-2015, Sedizioni Diego Dejaco editore, Milano 2018:<>, 234 [http://hdl.handle.net/10807/117010]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10807/117010
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact