Le "Linee guida nazionali per i servizi sociali, le organizzazioni che offrono assistenza alle vittime e i centri di giustizia riparativa" sono state elaborate nell'ambito del progetto "Victims and Corporations. Implementation of Directive 2012/29/EU for Victims do Corporate Crimes and Corporate Violence" finanziato dal programma "Justice" dell'Unione Europea. Il capitolo è dedicato all'applicazione di programmi di giustizia riparativa nel caso di crimini d'impresa, nel rispetto delle garanzie indicate dalla Direttiva 2012/29/UE. L’avvio di programmi di giustizia riparativa in caso di reati d’impresa, e specialmente in caso di "corporate violence", richiede infatti particolari sensibilità e attitudini e specifiche, elevate, competenze ai mediatori penali, i quali devono saper intervenire, con le garanzie prescritte dalla Direttiva e salvaguardando la genuinità riparativa dei programmi, in contesti di grande complessità ed elevata conflittualità, con numeri potenzialmente ampi di soggetti coinvolti (fra cui persone giuridiche e grandi organizzazioni), squilibri informativi e di potere, situazioni di incertezza scientifica ed esposizione a vittimizzazione ripetuta e ritorsioni, coinvolgimento di istituzioni pubbliche nazionali e/o locali, incidenza di considerazioni economiche e sociali anche di carattere nazionale.

Mazzucato, C., Giustizia riparativa, in Mazzucato, C., Visconti, A. (ed.), Implementazione della Direttiva 2012/29/UE per le vittime di corporate crime e corporate violence. Linee guida nazionali per i servizi sociali, le organizzazioni che offrono assistenza alle vittime e i centri di giustizia riparativa, Università Cattolica del Sacro Cuore, Centro Studi “Federico Stella” sulla Giustizia penale e la Politica criminale, Milano 2017: 123- 135 [http://hdl.handle.net/10807/115994]

Giustizia riparativa

Mazzucato, Claudia
2017

Abstract

Le "Linee guida nazionali per i servizi sociali, le organizzazioni che offrono assistenza alle vittime e i centri di giustizia riparativa" sono state elaborate nell'ambito del progetto "Victims and Corporations. Implementation of Directive 2012/29/EU for Victims do Corporate Crimes and Corporate Violence" finanziato dal programma "Justice" dell'Unione Europea. Il capitolo è dedicato all'applicazione di programmi di giustizia riparativa nel caso di crimini d'impresa, nel rispetto delle garanzie indicate dalla Direttiva 2012/29/UE. L’avvio di programmi di giustizia riparativa in caso di reati d’impresa, e specialmente in caso di "corporate violence", richiede infatti particolari sensibilità e attitudini e specifiche, elevate, competenze ai mediatori penali, i quali devono saper intervenire, con le garanzie prescritte dalla Direttiva e salvaguardando la genuinità riparativa dei programmi, in contesti di grande complessità ed elevata conflittualità, con numeri potenzialmente ampi di soggetti coinvolti (fra cui persone giuridiche e grandi organizzazioni), squilibri informativi e di potere, situazioni di incertezza scientifica ed esposizione a vittimizzazione ripetuta e ritorsioni, coinvolgimento di istituzioni pubbliche nazionali e/o locali, incidenza di considerazioni economiche e sociali anche di carattere nazionale.
Italiano
Implementazione della Direttiva 2012/29/UE per le vittime di corporate crime e corporate violence. Linee guida nazionali per i servizi sociali, le organizzazioni che offrono assistenza alle vittime e i centri di giustizia riparativa
9788894222951
Università Cattolica del Sacro Cuore, Centro Studi “Federico Stella” sulla Giustizia penale e la Politica criminale
Pubblicazione del progetto "Victims and Corporations. Implementation of Directive 2012/29/UE for victims of corporate crimes and corporate violence", finanziato dal programma "Justice" dell'Unione Europea. Pubblicazione realizzata con il sostegno finanziario del programma "Justice" dell'Unione Europea. La responsabilità dei contenuti dell'opera è da imputarsi ai soli autori; i contenuti non possono essere intesi come espressione della posizione della Commissione Europea. La pubblicazione, insieme ad altri materiali e pubblicazioni del progetto, è disponibile online anche al sito del progetto: www.victimsandcorporations.eu. In questa pubblicazione, Claudia Mazzucato ha redatto inoltre il capitolo V (Sostegno e assistenza al di fuori del procedimento penale), nonché i capitoli III (Individuare e riconoscere le vittime di corporate violence), VI (Vulnerabilità e protezione) e XII (Del "buon uso" della Direttiva 2012/29/UE), i cui contenuti sviluppano, adattandoli, i testi già destinati alle altre Linee guida per operatori (polizia giudiziaria e magistratura, avvocati) elaborate nel corso del progetto e disponibili sul sito.
Mazzucato, C., Giustizia riparativa, in Mazzucato, C., Visconti, A. (ed.), Implementazione della Direttiva 2012/29/UE per le vittime di corporate crime e corporate violence. Linee guida nazionali per i servizi sociali, le organizzazioni che offrono assistenza alle vittime e i centri di giustizia riparativa, Università Cattolica del Sacro Cuore, Centro Studi “Federico Stella” sulla Giustizia penale e la Politica criminale, Milano 2017: 123- 135 [http://hdl.handle.net/10807/115994]
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Italy_Vict&Co_Dir2012.29.UE_LINEE-GUIDA_op.soc (2017).pdf

accesso aperto

Descrizione: Testo completo delle "Linee guida nazionali per i servizi sociali, le organizzazioni che offrono assistenza alle vittime e i centri di giustizia riparativa"
Tipologia file ?: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: Creative commons
Dimensione 1.84 MB
Formato Adobe PDF
1.84 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10807/115994
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact