The South African transition from apartheid to democracy is analysed from the perspectives of law and justice: the constitutional principles of the ‘new’ South Africa, the experience of the Truth and Reconciliation Commission, and landmark decisions by the Constitutional Court of South Africa draft a new model of justice, which is of extreme interest for law scholars, lawmakers and policymakers worldwide. This model of justice quits and overcomes the idea that justice consists ultimately in ‘striking back’, and it embraces, on the contrary, an idea of justice based on understanding instead of vengeance, a reparation instead of retaliation, ubuntu instead of victimisation as stated in the Postamble of the South African ad interim Constitution which represented the constitutional roadmap towards the TRC. The essay also provides an introduction to the subsequent text of the book chapter (a text the Author has edited and translated into Italian), i.e. a dialogue between two of the main characters of the South African transition: Pumla Gobodo-Madikizela, a psychologist and scholar who took part in the works of the TRC, and Albie Sachs, lawyer, freedom fighter, and apartheid victim who became Justice of the Constitutional Court.

La storia tragica e violenta dell’apartheid in Sudafrica e l’esperienza complessa ma pacifica del suo superamento possono essere studiati a partire dal problema dell’altro: con una popolazione fortemente multietnica, undici lingue ufficiali e molte religioni, il Sudafrica è un luogo in cui la presenza dell’altro si impone ‘paradigmaticamente’ come fatto, divenendo al tempo stesso un problema e una necessità. L’esserci dell’altro è ineludibile. Il saggio rilegge la transizione sudafricana dall’apartheid alla democrazia, alla luce del tema dell’altro (e della convivenza con gli altri), in cerca dei fili giuridico-politici che, in quel Paese, hanno tessuto un modello innovativo di risposta a violenze e atrocità collettive, culminato nell’esperienza insuperata della Truth and Reconciliation Commission (TRC), nei suoi fondamenti costituzionali e in alcune coraggiose decisioni della Corte costituzionale. Il Postamble della Costituzione ad interim, che ha aperto la via alla TRC, scolpisce una serie di principi – comprensione, anziché vendetta; riparazione, anziché ritorsione; ubuntu, anziché vittimizzazione – dai quali legislatori, giudici, policy makers e studiosi in tutto il mondo possono (ri)partire per (ri)pensare un modello di giustizia (penale). Il saggio introduce altresì il lettore alla seconda parte del capitolo, cioè al dialogo (curato e tradotto in italiano dall’Autrice) tra due dei protagonisti della transizione sudafricana, i quali incarnano gli ideali di giustizia a cui l’intero testo è dedicato: la psicologa Pumla Gobodo-Madikizela, che ha preso parte ai lavori della TRC, e il giurista Albie Sachs, avvocato e attivista anti-apartheid, vittima di un attentato, divenuto giudice della Corte costituzionale.

Mazzucato, C., Il Sudafrica, ovvero il problema della presenza dell'"altro" e la sfida della giustizia, in Potestà, G. L., Mazzucato, C., Cattaneo, A. (ed.), Storie di giustizia riparativa. Il Sudafrica dall'apartheid alla riconciliazione, Il Mulino, Bologna 2017: 165- 190 [http://hdl.handle.net/10807/115427]

Il Sudafrica, ovvero il problema della presenza dell'"altro" e la sfida della giustizia

Mazzucato, Claudia
2017

Abstract

La storia tragica e violenta dell’apartheid in Sudafrica e l’esperienza complessa ma pacifica del suo superamento possono essere studiati a partire dal problema dell’altro: con una popolazione fortemente multietnica, undici lingue ufficiali e molte religioni, il Sudafrica è un luogo in cui la presenza dell’altro si impone ‘paradigmaticamente’ come fatto, divenendo al tempo stesso un problema e una necessità. L’esserci dell’altro è ineludibile. Il saggio rilegge la transizione sudafricana dall’apartheid alla democrazia, alla luce del tema dell’altro (e della convivenza con gli altri), in cerca dei fili giuridico-politici che, in quel Paese, hanno tessuto un modello innovativo di risposta a violenze e atrocità collettive, culminato nell’esperienza insuperata della Truth and Reconciliation Commission (TRC), nei suoi fondamenti costituzionali e in alcune coraggiose decisioni della Corte costituzionale. Il Postamble della Costituzione ad interim, che ha aperto la via alla TRC, scolpisce una serie di principi – comprensione, anziché vendetta; riparazione, anziché ritorsione; ubuntu, anziché vittimizzazione – dai quali legislatori, giudici, policy makers e studiosi in tutto il mondo possono (ri)partire per (ri)pensare un modello di giustizia (penale). Il saggio introduce altresì il lettore alla seconda parte del capitolo, cioè al dialogo (curato e tradotto in italiano dall’Autrice) tra due dei protagonisti della transizione sudafricana, i quali incarnano gli ideali di giustizia a cui l’intero testo è dedicato: la psicologa Pumla Gobodo-Madikizela, che ha preso parte ai lavori della TRC, e il giurista Albie Sachs, avvocato e attivista anti-apartheid, vittima di un attentato, divenuto giudice della Corte costituzionale.
Italiano
Storie di giustizia riparativa. Il Sudafrica dall'apartheid alla riconciliazione
978-88-15-27343-7
Il Mulino
Volume pubblicato con il contributo dell'Università Cattolica del Sacro Cuore nell'ambito del progetto di ricerca "Crisi dell'eurocentrismo e futuro dell'umanesimo europeo: prospettive storico-culturali, religiose, giuridiche ed economico-sociali" (coord. Prof. Gian Luca Potestà)
Mazzucato, C., Il Sudafrica, ovvero il problema della presenza dell'"altro" e la sfida della giustizia, in Potestà, G. L., Mazzucato, C., Cattaneo, A. (ed.), Storie di giustizia riparativa. Il Sudafrica dall'apartheid alla riconciliazione, Il Mulino, Bologna 2017: 165- 190 [http://hdl.handle.net/10807/115427]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10807/115427
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact